10/04/2021

CHIOGGIA

Contagio in risalita, ma è sotto controllo

Si sta verificando un aumento delle positività, ma per fortuna non in maniera esponenziale

Csa, la situazione resta critica, il covid non dà tregua

CHIOGGIA - Contagi in risalita a Chioggia, ma la situazione non desta ancora particolari allarmismi. Nel territorio clodiense l’aumento delle positività al virus Covid 19 sta crescendo, ma per fortuna ciò non avviene in maniera esponenziale. Si attesta tra 300 e 400 il numero di soggetti positivi, con due pazienti ricoverati però presso il reparto di terapia intensiva dell’ospedale cittadino. La Pasqua più anomala che si ricordi tra le calli del centro storico di Chioggia e i lidi di Sottomarina è ormai alle spalle.

Con tutte le incognite di una stagione estiva che risulta difficile anche solo immaginare. Di ombrelloni, capanne e chioschi in prossimità del mare nemmeno l’ombra per ora. Qualche stabilimento ha iniziato a “spianare” la sabbia nella propria area di pertinenza e a ripulire in parte la battigia; ma di questi tempi era usuale già commentare l’“inizio di stagione”. Il turismo che alimenta l’economia clodiense da sempre prevede la gita fuori porta di Pasquetta, occasione per visionare ed eventualmente prenotare la struttura per le vacanze estive. Una vera e propria tradizione che per il secondo anno consecutivo non si è ripetuta, con ricadute economiche non trascurabili per gli operatori del settore. Proprio gli “addetti ai lavori” delle spiagge da sempre sostengono che, al netto dei numerosi e diversificati costi di gestione delle attività balneari, i margini di guadagno sono quelli che si ottengono dal periodo pasquale a fine mese di giugno. Tuttavia chiacchierando con alcuni operatori traspare la fiducia di chi, temprato da anni di duro lavoro, non smette di pensare alla stagione che verrà: una stagione da salvare.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette