19/10/2021

Il protocollo

"Vaccini in azienda: si parte (forse) da fine aprile"

"Le iniezioni avverranno durante l’orario di lavoro, all’interno dei locali aziendali, e in forma anonima"

Vaccino, in Polesine arriveranno 2500 dosi a settimana

30/03/2021 - 16:13

ITALIA - Vaccini in azienda: si parte (forse) da fine aprile, e le iniezioni avverranno durante l’orario di lavoro, all’interno dei locali aziendali, e in forma anonima.

Lo dice il protocollo d’intesa tra il ministero e Confindustria. E proprio Confindustria farà da tramite tra le Regioni, che dovranno mettere a disposizione le dosi, e le aziende.

Chi si vaccinerà in azienda non passerà davanti alla lista delle priorità definita dal piano nazionale: le punture al lavoro saranno attivate solo quando le forniture di dosi a disposizione saranno sufficienti.

A quel punto, le Regioni avviseranno Confindustria della disponibilità, e la palla passerà alle aziende che dovranno, in tempi brevi, comunicare il numero esatto di lavoratori che aderiscono al piano. Senza possibilità, poi, di aumentare il numero prenotato.

Sarà il medico aziendale, o della struttura con cui l’azienda farà una convenzione, a recarsi poi al centro vaccinale a ritirare i vaccini e a farsene carico. Sarà sempre lui, poi, il responsabile della somministrazione, della rendicontazione delle dosi inoculate e della restituzione di quelle eventualmente rimaste alle Regioni. Nessuno spazio per i furbetti.

Le aziende dovranno garantire, nei locali, le condizioni di sicurezza previste. L’Ulss, invece, si occuperà di comunicare poi i tempi di somministrazione della seconda dose.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette