20/10/2021

SCUOLA

Due scuole polesane premiate in un concorso di livello nazionale

600 euro alla scuola dell'Infanzia “Beato Luigi Guanella” di San Bellino e 400 euro alla scuola dell'Infanzia "Sacra Famiglia" di Stienta

Corazzari: “Mia responsabilità”

26/03/2021 - 16:18

VENETO - Due scuole polesane premiate in un concorso di livello nazionale. 600 euro sono infatti andati alla scuola dell'Infanzia “Beato Luigi Guanella” di San Bellino, che ha proposto il progetto “Oro giallo”; 400 euro alla scuola dell'Infanzia "Sacra Famiglia" di Stienta, con “Am Fet la Pinza”. Il concorso si inseriva nell’ambito del Festival del Popolo Veneto e aveva come tema “Tutela, valorizzazione e promozione del Patrimonio linguistico e culturale veneto”. Era stato promosso da Regione del Veneto, assessorato Identità veneta, Comitato Regionale Unpli Veneto e Ufficio scolastico regionale del Veneto. Un concorso che da ben dieci edizioni vede coinvolti gli studenti delle scuole venete di ogni ordine e grado e le scuole italiane dell’Istria. Anche se la situazione attuale non ha consentito di dare vita alla premiazione ufficiale in presenza, la consegna dei premi è stata comunque una festa per tutti gli studenti, grazie alla diretta streaming sui canali Facebook e YouTube.

Un appuntamento la cui importanza è stata testimoniata anche dalla presenza di Cristiano Corazzari, assessore all'Identità veneta della Regione del Veneto; Giovanni Follador, Presidente Unpli Veneto; Carmela Palumbo, direttore generale Ufficio scolastico regionale; Maurizio Tremul, presidente Unione italiana per Slovenia e Croazia; Antonino La Spina, presidente Unpli Nazionale. In apertura di premiazione, l’Assessore all’Identità veneta Regione del Veneto Cristiano Corazzari ha evidenziato come: “Quella del Veneto e di Venezia, di cui oggi ricorrono i 1600 anni della sua fondazione, è una storia unica e straordinaria, raccontata nel corso di queste 10 edizioni da migliaia di studenti, con oltre 1000 progetti, dimostrando come la ricerca e la valorizzazione della propria identità rappresentino un valore anche per le nuove generazioni. Una risposta entusiastica che rafforza il valore di questo concorso e anche risponde in pieno alle finalità della legge regionale a cui facciamo riferimento: ‘Tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale veneto’ approvata dal Consiglio Regionale nel 2007. Un ringraziamento a tutte le persone che a vario titolo hanno collaborato e fatto crescere questo concorso, gli uffici regionali, la Commissione, amministratori, insegnanti e le famiglie che hanno aiutato le ragazze e i ragazzi nel compito di curare e promuovere le piccole e grandi storie che compongono l'identità culturale della nostra regione. Grazie soprattutto all’Unpli Veneto, a tutte le Pro Loco che vi fanno parte e all'Ufficio Scolastico Regionale Veneto”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette