13/04/2021

BASEBALL SOFTBALL CLUB ROVIGO

Una società che valorizza le giocatrici uscite dal vivaio

"Affronteremo la Serie A2 cercando di mantenere la categoria e di consolidare il buon lavoro fatto durante la scorsa stagione"

Passo falso in casa per le girls del batti e corri

ROVIGO - Una formazione in Serie A2 e alla base un vivaio che continua a sfornare talenti. Il softball a Rovigo è più vivo che mai. In attesa del via alla nuova stagione agonistica, continuano gli allenamenti delle ragazze del Baseball Softball Club Rovigo. A tenere le redini del settore softball c’è Adriano Morabito, che già da qualche stagione è entrato nello staff rossoblù per mettere la sua esperienza a disposizione soprattutto della crescita delle giocatrici più giovani. Con Leonardo Mena bloccato a Cuba da problemi familiari, la conduzione tecnica del softball è finita nelle sue mani.

“Il softball rodigino è davvero una bella realtà – spiega Morabito tra un allenamento e l’altro – Oltre alla prima squadra ci sono Under 18, Under 15 e Under 13. C’è un interscambio continuo tra i vari gruppi. Ad esempio ci sono ragazze Under 15 che, oltre a disputare il campionato di categoria, quest’anno faranno il loro ingresso anche nel roster della Serie A2. Rovigo non è una società che fa mercato, preferisce valorizzare le giocatrici uscite dal vivaio. Cerchiamo di garantire a tutte una crescita progressiva per arrivare ad avere una prima squadra il più competitiva possibile”.

 L’obiettivo principale va però oltre l’aspetto strettamente agonistico. “Affronteremo la prossima Serie A2 cercando innanzitutto di mantenere la categoria e di consolidare il buon lavoro fatto durante la scorsa stagione – sottolinea Morabito – Più delle vittorie conterà la crescita del gruppo, che oggi ha un’età media abbondantemente sotto i 20 anni”.


Le porte del diamante di via Vittorio Veneto restano aperte a tutte le ragazze rodigine, di qualsiasi età, che volessero provare il softball. “Tra tutti gli sport femminili penso che il softball sia quello più bello, sia da giocare che da vedere – spiega Morabito – Ti dà la possibilità di sentirti parte di un gruppo ma ti offre anche momenti di confronto individuale con gli avversari: una caratteristica davvero unica, che lo rende affascinante e che consente di formare il carattere imparando ad affrontare le difficoltà sia in squadra che da soli. Inoltre, nel softball c’é disciplina, ma non così serrata e rigida come in altri sport, si arriva alla competizione con molta gradualità”. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette