19/10/2021

AMBIENTE

Inquinamento: rischio allerta rossa scampato per un pelo

L’ulteriore blocco del traffico sarebbe scattato con dieci giorni di sforamenti consecutivi dei parametri delle Pm10

Smog oltre i limiti consentiti,  si avvicina il blocco del traffico

24/02/2021 - 22:59

ROVIGO - Ancora aria irrespirabile in Polesine. Ma un giorno di “tregua” - lunedì scorso - ci salva dal semaforo rosso, che rischiava di fermare, oltre ai diesel Euro 4, anche i veicoli commerciali. L’ulteriore blocco del traffico, infatti, sarebbe scattato soltanto con dieci giorni di sforamenti consecutivi dei parametri delle Pm10. Invece, proprio in mezzo ad una lunga serie di giorni con l’aria irrespirabile, lunedì la centralina di Borsea (quella con i valori peggiori della provincia) ha registrato una concentrazione di 40 microgrammi di polveri sottili per metro cubo d’aria, a fronte di un limite fissato a quota 50. Mettendo così fine a sei giorni di sforamenti consecutivi. Una situazione, comunque, ripresa già da martedì quando le polveri hanno toccato quota 69, determinando la 24esima giornata (in 54 giorni) oltre ai limiti. Situazione simile per la centralina di Rovigo centro: martedì polveri a quota 71 e 22esimo sforamento annuale, ma per tutto lo scorso weekend il rilevatore non ha fornito i dati, proprio nei giorni di maggior concentrazione delle Pm10.

Aria ancora pessima anche a Badia dove, martedì, si sono raggiunti i 60 microgrammi per metro cubo: anche qui gli sforamenti sono 24, come a Borsea. Va meglio invece ad Adria, dove i giorni da bollino nero sono stati “appena” 12 e dove i valori, anche in questi giorni, sono rimasti al di sotto della soglia di guardia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette