06/03/2021

VENETO

“Intermediari, disponibilità e prezzi: sull’acquisto dei vaccini ancora troppi punti oscuri"

Il capogruppo del Partito Democratico, Giacomo Possamai (PD): "Zaia faccia chiarezza”

Vaccino, in Polesine arriveranno 2500 dosi a settimana

VENETO - “Se davvero stanno offrendo 27 milioni di vaccini alla Regione Veneto ‘a prezzi anche più bassi’ di quelli applicati finora all’Unione Europea, il Presidente Zaia farebbe bene a comprarli. E grave sarebbe se non lo facesse. Vaccinare i cittadini con la massima rapidità in questo momento è la priorità assoluta, su questo punto troverà sicuramente il nostro appoggio. A maggior ragione visto che ieri sera, nel corso della trasmissione Porta a Porta, ha chiarito che si tratta di forniture Pfizer, quindi autorizzati dall’Ema e perciò perfettamente sicuri. Tuttavia proprio perché stiamo parlando di una questione maledettamente seria, che riguarda la salute di milioni di persone, Zaia ha il dovere, oltre all’eventuale acquisto, anche e soprattutto, di rendere trasparenti i rapporti contrattuali”. A chiedere chiarezza è il capogruppo del Partito Democratico Giacomo Possamai, con un post su Facebook, in cui elenca una serie di dubbi, derivanti anche dalle dichiarazioni contraddittorie delle ultime settimane.

“Ci è stato detto che le aziende farmaceutiche non stanno riuscendo a produrre le quantità di vaccini che hanno promesso alla Ue e agli Stati membri. Tanto che a causa delle mancate consegne la vaccinazione è in ritardo in tutta Europa. E Pfizer è una delle aziende maggiormente in ritardo. Zaia ha ripetuto più volte che comunque non comprerebbe i vaccini dalle case farmaceutiche ma da ‘alcuni intermediari’. Sarebbe interessante capire perché questi intermediari sembrano essersi rivolti alla Regione Veneto, che eventualmente farebbe poi da capofila anche per altre Regioni. Ma quindi da chi li compriamo i vaccini? Chi sono questi intermediari? Come sono entrati in possesso dei vaccini e che rapporto hanno con le aziende farmaceutiche produttrici? E come fanno ad applicare un ‘prezzo in linea o addirittura più basso di quello di mercato’? Dove sarebbe il vantaggio nell’intermediazione, e come è possibile che le grandissime quantità destinate all’Unione europea siano vendute a prezzi superiori, rispetto a più piccole quantità destinate agli intermediari?”, le domande del capogruppo dem. “È interesse della comunità nazionale e internazionale sapere che ruolo hanno gli intermediari e attraverso quali canali sono entrati in possesso dei vaccini, conoscere la loro affidabilità. In una stagione in cui l’incertezza sta caratterizzando le nostre vite è indispensabile essere molto chiari e diretti con i cittadini, ed è necessario che tutti capiscano come si stanno muovendo le istituzioni in un campo così delicato. Ne va della credibilità della stessa istituzione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette