01/03/2021

CORONAVIRUS IN POLESINE

Il bollettino del contagio: ci sono altri 9 decessi in 24 ore

Ma scendono, drasticamente, per fortuna, i nuovi positivi, a quota 48

Nelle ultime 24 ore 164 nuovi positivi,  due decessi e 124 guarigioni

Antonio Compostella, direttore generale dell'Ulss 5

ROVIGO - Il bollettino dell'Ulss 5, l'azienda sanitaria del Polesine, delle ultime 24 ore parla di 48 nuovi positivi e di ben 136 guarigioni, quasi il triplo. Ma anche di ben nove persone che sono decedute in questo lasso di tempo.

La comunicazione dell'azienda sanitaria del Polesine parla di 48 nuove positività di residenti in Polesine (sono in totale 9330 i residenti in Polesine con positività al Covid-19 riscontrati da inizio epidemia) tra le quali: 3 operatori del Csa di Adria e 1 operatore dell’“Opera Pia Francesco Bottoni” di Papozze. 20 delle 48 nuove positività sono emerse dai test antigenici. 26 persone, delle 48 risultate positive, erano già in isolamento domiciliare. Un particolare, quest'ultimo, che dà conto della fondamentale azione di tracciamento e di isolamento dei contatti dei positivi che sin dall'inizio di questa epidemia l'azienda sanitaria sta garantendo.

"La prevalenza in Polesine (totale delle persone risultate positive da inizio epidemia sul totale della popolazione) è pari al 4,06%. L’incidenza degli ultimi 7 giorni (nuovi casi riscontrati sul totale delle persone testate nel periodo) è pari al 4,53%". Un dato, quello dell'incidente, che dà conto di una costante diminuzione.

Decessi. Purtroppo il tributo al contagio nelle ultime 24 ore è stato molto pesante. "Dobbiamo, purtroppo, segnalare il decesso di 9 persone residenti in provincia di Rovigo con positività al Covid-19 (322 deceduti con COVID-19 residenti in Polesine da inizio epidemia) - prosegue la nota stampa dell'Ulss 5 - Due di queste persone sono decedute nei nostri ospedali: una donna del 1932, residente in Medio Polesine, è deceduta in Area Medica Covid a Trecenta; uns donna del 1944, residente a Rovigo, è deceduta in Area Medica Covid a Trecenta". Le altre persone sono decedute all'esterno delle strutture ospedaliere dell'Ulss 5, quindi o in altri ospedali o in strutture residenziali extraospedaliere. "Alle loro famiglie vanno le condoglianze mie e dell’Azienda" dice il direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella.

Ricoveri. Attualmente risultano 113 pazienti ricoverati nelle nostre Strutture per Covid-19, in particolare:

·         64 pazienti in Area Medica Covid a Trecenta

·         19 pazienti in Terapia Intensiva Covid a Trecenta

·         9 pazienti in Malattie Infettive a Rovigo

·         1 paziente in Psichiatria ad Adria

·         19 pazienti in Area Medica Covid di Adria

·         1 paziente in Rianimazione a Rovigo

Strutture residenziali extraospedaliere. Risultano positivi:

·         65 ospiti e 16 operatori del CSA di Adria

·         17 ospiti e 5 operatori della RSA “San Martino” di Castelmassa

·         7 ospiti e 4 operatori della Residenza per Anziani “Villa Agopian” di Corbola

·         11 ospiti e 2 operatori della Casa di Riposo “San Gaetano” di Crespino

·         1 operatori della Residenza “San Salvatore” di Ficarolo

·         13 ospiti e 6 operatori della Casa Albergo per Anziani di Lendinara

·         42 ospiti e 22 operatori dell’“Opera Pia Francesco Bottoni” di Papozze

·         1 operatore del Centro Servizi “Villa Tamerici” di Porto Viro

·         24 ospiti e 12 operatori della Casa di Riposo “IRAS” di Rovigo

·         1 operatore della Casa di Riposo “Città di Rovigo” di Rovigo

·         1 operatore della Residenza per Anziani “Madonna del Vaiolo” di Taglio di Po

·         2 operatori della Casa di Riposo “Sant’Antonio” di Trecenta

·         33 ospiti e 19 operatori della Casa di Riposo “Sant’Anna” di Villadose

·         3 ospiti e 2 operatori della Casa di Riposo “La Rosa dei Venti” di Rosolina

Nelle restanti Strutture Residenziali Extra Ospedaliere del Polesine non si segnalano positività né tra gli ospiti né tra gli operatori.

Tamponi. I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 172.319. I tamponi rapidi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 174.845.

Guarigioni. 136 nuove guarigioni fanno salire a 6593 il totale dei guariti in Polesine da inizio epidemia. Sono 2415 le persone attualmente positive in provincia.

Isolamenti. Ad oggi sono 2897 le persone poste in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

Vaccinazioni. Sino a alla serata di sabato 16 gennaio erano state sottoposte a vaccinazione, per Covid-19, 6862 persone in provincia di Rovigo. 3364 nelle Rsa della provincia (ospiti e operatori) e 3498 tra gli operatori sanitari dell’Azienda Ulss (il numero è leggermente più basso rispetto a ieri perché nel conteggio erano stati erroneamente inseriti alcuni operatori di Rsa che erano stati vaccinati in ospedale e che ora sono stati spostati nel conteggio delle Rsa), del territorio e delle Strutture private accreditate.

L’adesione nelle Rsa a ieri sera era la seguente: 95% ospiti (2% ha manifestato il dissenso alla vaccinazione, il restante risultava non idoneo) – 83% operatori (9% ha manifestato il dissenso, il restante risultava non idoneo, per malattia o positività, o non disponibile). Per il personale sanitario l’adesione è prossima al 100%.

Nella giornata di domenica 17 gennaio i primi operatori sanitari vaccinati il 27 dicembre, all’Ospedale di Trecenta, effettuano la seconda dose, completando così l’iter vaccinale del vaccino Pfizer-Biontech che prevede la somministrazione di due dosi a distanza di 21 giorni.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette