22/01/2021

CORONAVIRUS IN VENETO

"Capisco fino in fondo la disperazione dei ristoratori: il Governo li deve aiutare con ristori e subito"

Zaia: "Ma devono essere ristori ‘alla tedesca’, in relazione alla perdita di fatturato"

Zaia: “Basta bufale sull’autonomia”.

Luca Zaia

VENETO - "Capisco fino in fondo la disperazione dei ristoratori, il governo li deve aiutare con ristori e subito. Ma devono essere ristori ‘alla tedesca’, in relazione in percentuale alla perdita di fatturato". Lo ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia, ieri, nel corso del consueto punto stampa quotidiano.

"Il tema dell’economia - ha sottolineato - è cruciale: io ho difeso da sempre il diritto all’impresa e all’occupazione anche con ordinanze. E capisco quindi le proteste dei commercianti, le iniziative per riaprire in giro per l’Italia: di fronte a queste il governo può fare una sola cosa inviare i bonifici con i ristori".

Il governatore del Veneto ha comunque spiegato che "c’è stato assicurato dal governo che al fianco del nuovo Dpcm ci sarà un decreto legge che prevede i ristori per le nuove misure restrittive". Quindi proprio sulle nuove regole in arrivo: "Nei prossimi giorni - ha annunciato - avremo un nuovo incontro con il governo per il nuovo Dpcm: il ministro della Sanità Speranza ha parlato dell’introduzione di un valore ‘a rischio alto’ per ogni fascia ma ancora è tutto in corso d’opera e dobbiamo riparlarne".

Infine, Zaia ha confermato che non verrà utilizzato l’indice di incidenza dei positivi sulla popolazione "perché, se non è uniforme tra le varie regioni, non si può calcolare. E l’incidenza è direttamente correlata al numero di tamponi fatti. Nelle condizioni attuali non si può quindi utilizzare questo parametro".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette