19/01/2021

COVID

Casi in aumento preoccupante nelle case di riposo

Csa di Adria e Iras di Rovigo registrano molti nuovi casi: la situazione è allarmante

Casi in aumento preoccupante nelle case di riposo

ROVIGO - In continuo peggioramento la situazione delle case di riposo in Polesine, con le positività che stanno salendo a ritmo vertiginoso. Dei 149 nuovi positivi comunicati oggi dall'Ulss 5 Polesana, 30, ovvero un quinto, sono nelle strutture residenziali per anziani. Nello specifico 7 ospiti e 2 operatori del Csa di Adria, 6 ospiti e 2 operatori della Rsa “San Martino” di Castelmassa, 3 operatori della Casa Albergo per Anziani di Lendinara, 1 operatore dell’“Opera Pia Francesco Bottoni” di Papozze, 6 ospiti e 1 operatore della Casa di Riposo “Iras” di Rovigo, 2 ospiti della Casa di Riposo “Sant’Anna” di Villadose. 

Risultano positivi, in totale, 48 ospiti e 13 operatori del Csa di Adria, uno dei casi più preoccupanti dell'intero Polesine insieme all'Iras di Rovigo (38 ospiti e 12 operatori), Corbola (65 ospiti e 22 operatori nella residenza per anziani “Villa Agopian”) e Lendinara (95 ospiti e 31 operatori della Casa Albergo per Anziani). Quindi 1 operatore della Residenza per anziani "Ing. Arturo Pedrelli" di Ariano Polesine, 2 operatori della “Casa del Sorriso” di Badia Polesine, 16 ospiti e 7 operatori della Rsa “San Martino” di Castelmassa, 2 operatori della Casa di Riposo “San Gaetano” di Crespino, 1 operatore della Casa di Riposo “San Salvatore” di Ficarolo, 6 ospiti della Casa di Riposo “La Residence” di Ficarolo, 1 operatore dell’“Opera Pia Francesco Bottoni” di Papozze, 1 operatore del Centro Servizi Anziani Villa Tamerici di Porto Viro, 9 ospiti e 5 operatori della Casa di Riposo “Sant’Anna” di Villadose, 11 ospiti e 2 operatori della Casa di Riposo “La Rosa dei Venti” di Rosolina.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette