03/12/2020

CORONAVIRUS IN ITALIA

Solo sei persone a tavola, ma per Natale sì allo spostamento tra regioni e allo shopping

Ecco le ipotesi per il nuovo Dpcm

Il Natale non s'accende. Vendita a picco, esercenti allarmati

ITALIA - Gli italiani attendono con ansia il 3 dicembre, data di scadenza l’ultimo Dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte. Il governo dovrà decidere le nuove misure di contenimento per il Coronavirus, diposizioni che riguarderanno il periodo appena precedente alla Vigilia. Di certo, almeno così dichiara il ministro Speranza, non si andrà verso il lockdown natalizio. 

Ma nonostante le incertezze e i piedi di piombo dimostrati da gran parte degli addetti ai lavori, già iniziano a girare le prime voci di “bonus” e allentamenti preventivi in vista sia del ricongiungimento natalizio, sia dello sprint consumistico dell’ultima ora (per non perdere le preziose settimane in cui, secondo Coldiretti, le famiglie spenderanno di media 220 euro a testa). Ma è davvero possibile immaginare uno scenario in cui sarà concesso muoverci di casa in casa, di regione in regione, senza che ci siano limitazioni concrete?

L’ipotesi più accreditata è che ci saranno due Dpcm: uno per il periodo dal 3 dicembre fino a ridosso di Natale, e uno per le festività vere e proprie. Nel primo, dunque, sì allo shopping di Natale, non solo nei negozi aperti fino alle 22, ma anche nei centri commerciali che riaprono nel fine settimana. Sì alla mobilità nelle città, sì ai pub e ai ristoranti aperti anche di sera. Per il secondo Dpcm invece, quello che dovrebbe riguardare le due settimane di festività, si dovrebbe vedere allungato il coprifuoco fino alle 23, con l’ipotesi della mezzanotte per le sere di capodanno e vigilia. Nessuna deroga dovrebbe invece essere concessa per feste, eventi in piazza o in altri luoghi d’aggregazione.

E il cenone in famiglia? Secondo le prime indiscrezioni, sembrerebbe che per il beneamato Cenone in casa ci saranno delle raccomandazioni, più che dei divieti. Probabilmente il governo consiglierà un massimo di 6 persone a tavola, sia in casa che nei ristoranti, cercando di salvaguardare gli anziani.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette