03/12/2020

METEO

Zero gradi e l’inverno è servito

Le previsioni non lasciano dubbi: per domenica si tocca lo zero

Arriva il gelo, in due giorni termometro giù di 10 gradi

VENETO - Zero gradi. E l’inverno è servito. Le previsioni non lasciano dubbi: già oggi l’inverno ha dato un primo assaggio, con il sole che ha lasciato il posto ad un cielo bianco e a temperature più rigide di quelle a cui eravamo abituati fin qui. E nei prossimi giorni, la colonnina di mercurio è destinata a calare ulteriormente, fino a raggiungere addirittura quota zero, attesa per domenica.

Per quanto riguarda la nostra provincia, in particolare, se ieri le temperature massimo si sono attestate a 15 gradi, ma da oggi inizierà una progressiva diminuzione, che porterà il termometro a non superare più i nove gradi, almeno per questa settimana. Di pari passi, diminuiranno anche le minime, che ieri hanno toccato i 6 gradi: per oggi ne sono previsti 4, poi sabato si scenderà a 2, per arrivare a quota zero alla volta di domenica. Nel cielo, il sole si alternerà alla nebbia.

Il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara spiega il fenomeno che stiamo vivendo: "L’aria fredda dal Nord Europa darà vita a un vortice ciclonico sull’Italia tra domani e il weekend, responsabile di piogge e temporali anche forti, tracollo termico e neve fin sotto i mille metri. Da domenica poi, attese le prime gelate anche in pianura".

In particolare - spiega l’esperto - l’aria fredda "di diretta estrazione artica raggiungerà l’Italia tra venerdì e sabato e, sebbene si tratterà di una toccata e fuga di pochi giorni, darà vita a un vortice ciclonico sul Tirreno. Ci attendiamo dunque una fase di maltempo, con forti temporali che potranno interessare anche il versante adriatico".

Ma se le piogge battenti non dovrebbero arrivare a colpire il Polesine, fermandosi piuttosto sulla vicina pianura emiliana, lo shock termico ci investirà direttamente, con le temperature che andranno giù anche di 10 gradi. "L’arrivo dell’aria fredda - conferma infatti Edoardo Ferrara - favorirà un netto calo delle temperature tra venerdì e sabato in particolare al Nord, lungo il versante adriatico e in generale in montagna". Nel Veneto è atteso "qualche fiocco di neve sulle Alpi orientali dagli 800-1.200 metri" già nella notte di domani, "ma poca cosa. Da segnalare invece le prime gelate notturne in pianura attese al centronord a partire dal weekend, con valori localmente fino a due gradi sotto zero sulla Valpadana".

Inoltre, “il passaggio del vortice ciclonico sarà causa di un sensibile rinforzo dei venti tra venerdì e sabato, dapprima di Tramontana e Ponente, poi di Bora e Grecale un po’ su tutta Italia, con raffiche anche di 90-100 chilometri orari, e bora forte sull’alto Adriatico. Non si escludono locali danni e disagi. I mari saranno agitati”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette