18/01/2022

CORONAVIRUS IN POLESINE

Plasma iperimmune: utile per curare i malati Covid

Un invito a tutte le persone guarite da Covid a donare il proprio plasma

Fa causa al Comune dopo 50 anni. Ed è tutto valido

16/11/2020 - 20:43

ROVIGO - "Le Associazioni Polesane del dono del sangue, Avis Provinciale Rovigo e Fidas Polesana, si uniscono al personale dei Centri Trasfusionali della provincia ed all’Azienda Sanitaria Ulss 5 Polesana nel promuovere l’invito a tutte le persone che sono guarite da Covid-19, compresi coloro che hanno curato tale malattia a domicilio, di contattare la Segreteria del Centro Trasfusionale di Rovigo, al numero 0425/393407 dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 14, al fine di avere le corrette informazioni e valutazioni per la donazione del plasma iperimmune, ritenuto utile tra le terapie usate per curare i pazienti affetti da Covid", lo spiegano in un comunicato congiunto Avis e Fidas.

Possono donare il plasma iperimmune tutti coloro che soddisfano i requisiti previsti dal protocollo di studio:
1) persone che abbiano un età compresa tra i 18 anni e i 60 anni;
2) persone risultate positive al virus Sars-Cov2 e poi guarite;
3) persone che abbiano manifestato sintomi correlati alla malattia (febbre, raffreddore, artralgie, perdita del gusto/olfatto, polmonite ecc);
4) persone che abbiano, poi, eseguito almeno 1 tampone risultato negativo dopo 10 giorni dalla comparsa dei sintomi e dopo almeno 3 giorni dalla scomparsa dei sintomi.

Sono esclusi dalla donazione di plasma iperimmune:
1) persone che in passato abbiano ricevuto trasfusioni;
2) donne che abbiano avuto gravidanze o aborti;
3) pazienti affetti o che sono stati affetti da patologie neoplastiche.

"Le associazioni Avis Provinciale Rovigo e Fidas Polesana in questi mesi hanno costantemente collaborato e continuano a collaborare, per il tramite dei propri Uffici Chiamata Donatori, con il Centro Trasfusionale dell’Azienda Sanitaria al fine di trasmettere le corrette informazioni a tutti coloro che hanno chiesto e chiedono informazioni per la donazione del plasma iperimmune. Si evidenzia, infine, come sia sempre importante veicolare le corrette informazioni, soprattutto in ambito sanitario, e come sia fondamentale l’aiuto di tutti per salvare vite. I presidenti Garbellini e Callegari concludono con l’appello ‘‘C‘è bisogno costantemente di donazioni di sangue e plasma e di nuovi donatori per garantire non solo le scorte provinciali e regionali ma anche per far fronte alle emergenze ed alle necessità che si sviluppano sul territorio nazionale; DONIAMO: in molti stanno aspettando il nostro gesto di amore e solidarietà‘‘.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette