05/12/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

"Deve essere un weekend all'insegna del senso civico"

L'appello del presidente Zaia: "Zona gialla? Non abbiamo vinto nulla. Se non rispettiamo le regole la zona rossa è dietro l'angolo"

zaia

Il presidente della Regione Luca Zaia (foto di repertorio)

VENETO - "Siamo rimasti in zona gialla "plus", come la chiamo io. Io non sono convinto che Friuli ed Emilia abbiano situazioni diroccate, la verità è che l'algoritmo è impietoso. A noi ora cosa succede? L'ordinanza invita a non creare assembramenti, fondamentalmente dice di non riempire centri, piazze, viali principali. Ricordiamo che dietro alla fascia gialla c'è quella arancione se non quella rossa, con il lockdown. La sfida per noi veneti è evitare gli assembramenti perché gli ospedali sono molto tirati con i numeri, abbiamo molti pazienti ricoverati, facciamo in modo che questo fine settimana sia un fine settimana di senso civico, dove anche una piccola azione può essere una grande azione nel rispetto dei medici e dei pazienti che stanno soffrendo. Portate la mascherina in maniera ossessiva", è l'appello del presidente della Regione, Luca Zaia.

"Siamo l'unica grande regione in area gialla del Nord, non abbiamo vinto nulla e sono anche preoccupato, a dire il vero: non vorrei che qualcuno abbassasse la guardia questa settimana. E il sacrificio lo chiedo ai giovani, e so che è un grande sacrificio: evitate di fare assembramenti".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette