03/12/2020

CORONAVIRUS IN ITALIA

Il Veneto resta zona gialla grazie alla bontà del sistema sanitario

Restano ormai nella fascia più bassa di rischio solo 5 regioni: Lazio, Veneto, Molise, Trento e Sardegna

L'appello di Speranza: "Evitate spostamenti inutili. Dobbiamo abbassare la curva"

VENETO - I dati del monitoraggio delle regioni italiane premiano ancora una volta la nostra regione. Il veneto, infatti, nonostante si trovi tra le regioni con il più alto numero di nuovi positivi, si salva grazie alla bontà del sistema sanitario. E ancora una volta restiamo in zona gialla. E ormai, ad essere rimaste nella fascia più bassa di rischio sono solo 5 regioni: Lazio, Veneto, Molise, Trentino e Sardegna.

Il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà in serata una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire da domenica 15 novembre: a passare in zona rossa, sono le regioni Campania e Toscana. Le due regioni si aggiungono così a quelle in cui le restrizioni sono già più stringenti, quindi Calabria, Lombardia, Piemonte, Provincia di Bolzano e Val d’Aosta.

Dopo le voci e le tante ricostruzioni che si sono susseguite in questi giorni, poi, Emilia-Romagna, Friuli e Marche sono destinate invece a diventare zona arancione. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette