27/11/2020

CALCIO A 5

Il Granzette ci mette il cuore, ma le avversarie si aggiudicano il match

Gara di lusso nella seconda giornata di campionato che termina con la vittoria delle ospiti per 2-3

Granzette, il cuore non basta

ROVIGO - Il Granzette ci mette il cuore, ma il Città di Falconara si porta a casa 3 punti. Gara di lusso nella seconda giornata di andata del campionato di calcio a 5 femminile tra Granzette e Città di Falconara, che termina con la vittoria delle ospiti per 2-3.

Il Granzette riparte dal secondo tempo del Kick Off per la sfida casalinga di campionato, partita emozionante e combattuta da entrambe le formazioni fin dai primi minuti di gioco che regala uno spettacolo entusiasmante al pubblico.

La prima frazione di gioco si apre a ritmi altissimi. A pochi minuti dall’inizio la fuoriclasse neroarancio Da Rocha tenta la rovesciata in area, ma termina di poco sopra la traversa di Dibiase. Due minuti dopo è la sua compagna Zanetti a involarsi sulla fascia destra e ad incrociare il tiro, ma l’estremo difensore ne sventa l’attacco. La risposta delle azzurre non tarda ad arrivare al 7’ con Taty che impegna Famà con un tiro sul secondo palo, prontamente murato.

Una manciata di secondi dopo, c’è il gol dello sblocco per il Granzette: Iturriaga recupera palla e s’invola sulla sinistra, scarico perfetto su Da Rocha che con un potente e chirurgico tiro gonfia la rete: 1-0.

Si susseguono occasioni da ambo le parti, la punizione del Città di Falconara è respinta con sicurezza da Famà e al 12’ Iturriaga realizza il gol del raddoppio con un tiro preciso a incrocio sul secondo palo: 2-0.

Da quel momento, le ospiti cercano la rimonta ma la marcatura arriva solo al 18’ con Taty che, da posizione defilata, sulla destra, incastra il pallone sotto il sette avversario.

Nella ripresa le azzurre scendono sul terreno di gioco più agguerrite e si susseguono le giocate prima con Dal’Maz che colpisce il palo e poi con Pereira che è respinta da Famà.

Le neroarancio contengono gli attacchi avversari e, proprio in questa fase, c’è l’infortunio al ginocchio di Pascual, ex del Falconara, che purtroppo abbandona il terreno di gioco in barella, dopo una buona prestazione. Al 5’ viene fischiato l’angolo per il Granzette: Iturriaga serve sulla destra Da Rocha che, di prima intenzione, colpisce, ma il portiere legge l’azione ed esce in chiusura. Un minuto dopo l’azzurra Dal’Maz ci mette lo zampino e realizza la tanto cercata rete del pareggio: 2-2. Il Granzette ci crede, non molla e continua a creare occasioni pericolose con Da Rocha, Iturriaga e Troiano ma al 12’ arriva anche il gol del sorpasso con Pereira imbeccata sul secondo palo: 2-3.

Le neroarancio tentano, a pochi minuti dalla fine, il quinto di movimento e si rendono pericolose con le incursioni di Iturriaga e Da Rocha, ma il gol del pareggio non arriva. Termina così il big match tra Granzette e Città di Falconara, a favore delle ospiti che mettono in saccoccia altri tre punti preziosi e si posizionano solitarie in vetta alla classifica.

“Non posso che iniziare facendo i complimenti alle mie atlete per la partita disputata - commenta coach Chiara Bassi - hanno dimostrato cosa significa giocare a Granzette e per il Granzette e, nonostante la sconfitta, dobbiamo essere orgogliosi di noi. Chi è sceso in campo ha dato molto più di quello che aveva, il vantaggio del primo tempo era meritato e credo di poter dire che stavamo disputando la partita perfetta. Poi, sono uscite le loro ottime individualità e l’infortunio di Corin Pascual ci ha destabilizzato ma, anche nella sofferenza, non abbiamo mollato e, solo una strepitosa Dibiase su Iturriaga e la traversa di Da Rocha, ci hanno impedito di portare a casa un punto che avremmo meritato. Chiaro che dopo due giornate non posso essere tranquilla vedendo lo zero in classifica, ma abbiamo la consapevolezza che stiamo percorrendo la strada giusta e dobbiamo evidentemente lavorare ancora di più per giocare bene e portare a casa i primi tre punti. Domenica sarà l’ennesima partita impegnativa contro un avversario che non ha ancora iniziato il suo campionato, non ci sono soluzioni magiche per fermare giocatrici come Amparo o Lucileia, ma io conosco le mie atlete e so cosa possono dare, ho estrema fiducia in loro e lavoreremo ancora di più per sopperire anche all’assenza di Pascual. Voglio concludere facendo i complimenti anche alle atlete che non sono scese in campo in queste prime partite perché, grazie al loro sostegno e impegno durante la settimana, possiamo giocare partite come quelle di domenica. Non è scontato e non è da tutti avere una rosa come la mia, sono fortunata e cercherò di ripagare al meglio i loro sforzi”.

“Sono stata molto contenta della partita a dir la verità, non abbiamo vinto - commenta la giocatrice Dayane Da Rocha - però ho visto un Granzette molto diverso dopo la trasferta di Milano. Abbiamo ancora tanto su cui lavorare, però abbiamo anche fatto tante cose positive domenica. Si vede la crescita della squadra e spero che continui a farlo sempre di più. La nota negativa di questa partita è stata senz'altro l’infortunio di Corin, le faccio un grande augurio e spero di rivederla presto in campo con noi”.

Il prossimo impegno di campionato vedrà la trasferta del Granzette a Montesilvano domenica primo novembre, partita visibile in diretta streaming su Pmg Sport Futsal e sulla pagina Facebook del Granzette.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette