29/11/2020

DECRETO AGOSTO

Parte l'invio dei fondi destinati a Comuni e Province

L'annuncio del sottosegretario all’Interno Achille Variati

La donazione della squadra di calcio alla protezione civile

ROVIGO - Nei giorni scorsi il sottosegretario all’Interno Achille Variati ha annunciato l’invio di 500 milioni di euro, prima rata dei fondi del decreto legge Agosto, che saranno destinati al complesso di Comuni e Province. Per i comuni sono state considerate per 250 milioni le esigenze aggiuntive in fatto di spesa sociale, e per 150 milioni quelle collegate al trasporto scolastico; 100 milioni i fondi assegnati alle Province.

Il riparto dei fondi previsti per i Comuni del Polesine ha ovviamente privilegiato il comune di Rovigo, che conta 50mila abitanti, che ha ottenuto circa 351mila euro e Adria, che ne ha ottenuti 120mila.

Ad Ariano nel Polesine sono stati destinati 36.285 euro, ad Arquà Polesine 14.663, a Badia Polesine 59.860, a Bagnolo 10.186, a Bergantino 14.723, a Bosaro 8.728, a Calto 7.757, a Canaro 23.253, a Canda 8.548, a Castelguglielmo 12.942, a Castelmassa 25.425, a Castelnovo Bariano 18.595, a Ceneselli 10.961, a Ceregnano 28.041, a Corbola 22.762, a Costa di Rovigo 23.697, a Crespino 22.496, a Ficarolo 2.317, a Fiesso 27.871, a Frassinelle 11.772, a Fratta Polesine 7.531, a Gaiba 3.197, a Gavello 18.185, a Giacciano 13.892, a Guarda Veneta 5.361, a Lendinara 91.843, a Lusia 23.120, a Melara 10.868, a Occhiobello 82.809, a Papozze 24.169, a Pettorazza 6.669, a Pincara 7.862, a Polesella 19.117, a Pontecchio 16.128, a Porto Tolle 84.921, a Porto Viro 93.428, a Rosolina 57.357, a Rovigo 351.692, a Salara 12.399, a San Bellino 12.335, a San Martino di Venezze 37.189, a Stienta 20.135, a Taglio di Po 38.250, a Villadose 31.758, a Villamarzana 23.985, a Villanova del Ghebbo 20.548, a Villanova Marchesana 7.593. Il totale sfiora il milione di euro.

Queste somme sono destinate, a favorire gli investimenti per la spesa di progettazione definitiva ed esecutiva relativa ad interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, di messa in sicurezza ed efficientamento energetico delle scuole, degli edifici pubblici e del patrimonio comunale, nonché per investimenti di messa in sicurezza di strade.

Tali richieste devono pervenire entro il termine del 15 maggio dell’anno di riferimento del contributo e possono essere massimo tre. Per la provincia di Rovigo sono stati stanziati 1,9 milioni di euro.

Diverso il discorso per la sistemazione delle scuole. Alla Provincia di Rovigo sono stati destinati quattro milioni e 817mila euro per la sistemazione delle scuole superiori di proprietà della Provincia di Rovigo. E’ stato comunicato in settimana il riparto dei fondi stanziati dallo Stato con la legge di bilancio, per finanziare gli interventi di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico delle scuole superiori di competenza di Province e città metropolitane. Si tratta di risorse importanti (855 milioni complessivi), che “siamo riusciti politicamente ad ottenere - sottolinea il presidente della Provincia di Rovigo Ivan Dall’Ara - in favore delle scuole superiori, che tanto erano state penalizzate dalle precedenti programmazioni triennali e dai tagli ai bilanci”.

Gli interventi da finanziare con questi fondi devono essere individuati, prioritariamente, tra quelli già messi in programma dalle Province, con particolare attenzione agli interventi per prevenire la vulnerabilità sismica e per sistemare solai e controsoffitti, dopo relativa indagine diagnostica. Si potranno inoltre finanziare ulteriori interventi urgenti per garantire l’agibilità delle scuole e il diritto allo studio in ambienti sicuri.

Ora la palla passa alle Province stesse: si potranno segnalare al ministero le proposte con gli interventi da finanziare entro e le 18 del prossimo 17 novembre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette