29/11/2020

LUTTO A PORTO VIRO

L'ultimo commovente saluto a Luigi Benusso, con la colonna sonora dei film più belli

Con lui se ne va la memoria storica degli anni del cinema d'oro

PORTO VIRO - E’ stata grande la commozione per l’ultimo saluto all’amato Luigi Bernusso. E il suo addio non poteva che essere celebrato con un ricordo legato alla sua grande passione, ovvero il cinema. Infatti, il carro funebre che trasportava il feretro è stata accompagnato, appena fuori dalla chiesa, dalla colonna sonora di “Nuovo cinema paradiso”. Poi, il carro è ritornato per un altro omaggio, così da poter salutare Luigi accompagnandolo con la colonna sonora della “Vita è bella”. Le musiche di due film bellissimi, per l’addio a chi era profondo conoscitore e amante del cinema.

La chiesa “Santa Maria Madre” di Scalon, a Porto Viro, ha ospitato, nel pomeriggio di mercoledì 21 ottobre, i funerali del 78enne. Con la sua morte, venerdì sera scorso, se n’è andato un pezzo di storia, il testimone dell’epoca d’oro del cinema. Luigi era una memoria vivente di questa età dell’oro. La sua collezione di 15mila pellicole d’epoca, proiettori e moviole, di meravigliose locandine è un vero e proprio tempio, un paradiso degli appassionati.
In chiesa a Scalon c’era un centinaio di persone. Fuori dalla chiesa un’altra cinquantina, che ha potuto ascoltare la messa grazie agli altoparlanti esterni. La cerimonia si è tenuta nel rispetto delle norme previste per evitare il contagio da Covid 19.
La messa è stata celebrata dal parroco Don Gianantonio Trenti, il quale ha ripercorso la vita di Luigi Bernusso, sottolineando la grande passione per il cinema.

Alla cerimonia hanno presenziato anche il sindaco di Porto Viro Maura Veronese e il vicesindaco Doriano Mancin, nonchè le delegazioni di diversi comuni della provincia di Rovigo. Presente anche la sezione di Porto Viro dei Bersaglieri, che ha reso omaggio al 78enne con il picchetto d’onore. Infatti, Luigi non solo era stato un Bersagliere, ma è stato uno dei primi iscritti alla sezione di Porto Viro.

Luigi Bernusso ha trovato la morte nella serata di venerdì 16 ottobre, verso le 18, in via Mea, nella sua Porto Viro, quando, secondo i primi riscontri, è stato travolto e ucciso da un’auto, guidata da un 64enne, mentre era in bicicletta. Questa, perlomeno, la prima dinamica della ricostruzione della tragedia. I soccorsi sono stati inutili. Luigi era un personaggio, un grande personaggio. Era sposato con Laura e aveva quattro figli, Giacomo, Monica, Marzia e Federico.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette