29/11/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

"La scuola funge da cassa di amplificazione del contagio"

40 studenti e 4 insegnanti positivi: i dati riportati dal direttore generale dell'Ulss 5

Scuola, sono 85 i bambini positivi. Il Veneto chiede al Governo: "Facciamo i tamponi rapidi in classe"

ROVIGO - "La scuola, come ho già detto più volte, funge da cassa di amplificazione del contagio. La situazione nelle nostre scuole, comunque, è tutto sommato buona", spiega il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana, Antonio Compostella.

"Sono coinvolte dalla presenza di casi 15 scuole (23 classi) su 280 scuole totali in Polesine. Ci sono state scuole anche con 7 classi coinvolte con almeno un positivo come la scuola media di Ca Tiepolo di Porto Tolle che è stata prudentemente chiusa per alcuni giorni, ma anche per difficoltà a garantire la continuità didattica a causa del numero di docenti in isolamento. Nelle altre scuole sono state interessate solo al massimo due classi. Questo significa che i protocolli funzionano", continua Compostella.

"Sono 40 gli studenti risultati positivi dal nido alle superiori, e poi abbiamo 4 insegnanti positivi. Dobbiamo convivere con questa situazione che continuerà ad esistere. Quello che è importante è la tempestività degli interventi nelle scuole e il grande lavoro del servizio igiene, molti dei nuovi positivi erano già in isolamento questo a sottolineare la bontà del lavoro che stiamo facendo". 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette