21/10/2020

AMAZON

Iniziativa Amazon: 2,5% degli incassi donati alle scuole del territorio

Una somma pari al 2,5% di ogni spesa effettuata dal 21 settembre al 21 marzo 2021 viene donata alle scuole

Iniziativa Amazon: 2,5% degli incassi donati alle scuole del territorio

CASTELGUGLIELMO - Amazon regala il 2,5% degli incassi alle scuole del territorio. Con un colpo di marketing davvero importante, la nota azienda di azienda di commercio online Amazon, da poco impiantata con un immenso capannone anche in Polesine, tra Castelguglielmo e San Bellino, ha lanciato una iniziativa di supporto alle scuole italiane. L’iniziativa prevede che una somma pari al 2,5% di ogni spesa effettuata dal 21 settembre 2020 al 21 marzo 2021 sul sito di Amazon venga donata alle scuole come credito per gli acquisti.

“Qualora siate interessati ad effettuare acquisti presso il negozio online di Amazon, avete la possibilità di aderire all’iniziativa dando la vostra preferenza ad una scuola di Arquà Polesine – si legge sull’annuncio pubblicato sulla pagina Facebook del comune polesano - Tutte le scuole di Arquà aderiscono o stanno completando le procedure per ricevere i crediti maturati. La scelta non costa nulla e può rivelarsi un supporto concreto ai nostri istituti scolastici paesani”.

Sul sito dell’azienda di commercio elettronico statunitense, con sede a Seattle nello stato di Washington, la più grande Internet company al mondo, sono riportate le istruzioni per aderire a questa iniziativa. “Seleziona dalla mappa o dall'elenco la regione in cui si trova la scuola che vuoi supportare grazie ad Amazon. Non preoccuparti, anche se la scuola che vuoi selezionare non ha ancora confermato la partecipazione all'iniziativa, il credito accumulato grazie ai tuoi acquisti verrà accantonato fino a quando non aderirà all'iniziativa – si legge - Ordina su Amazon, proprio come fai sempre, con l’Account che usi di solito. Amazon dona alla scuola il 2,5% dell’importo sotto forma di credito virtuale, che la scuola userà per richiedere i prodotti di cui ha bisogno dopo aver confermato la partecipazione all’iniziativa”. Ma c’è anche chi, tra i comuni cittadini, comincia a maturare l’idea che questo tipo di commercio online, possa nel breve periodo, decretare la morte di tutte le piccole attività commerciali della nostra provincia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette