27/09/2020

ELEZIONI REGIONALI

"La Regione dovrebbe riconoscere il lavoro di infermieri e oss e garantirgli il giusto trattamento contrattuale"

L'appello di Enrica Muraro, candidata alle regionali

La Cgil contro tutti in difesa dell’infermiera maleducata

Sul fatto che infermieri ed operatori sociosanitari svolgano le stesse mansioni sia che lavorino nel privato, nel pubblico o in una casa di riposo credo che siamo tutti concordi.
Purtroppo questi professionisti della sanità sono differenti, hanno contratti diversi a seconda di dove lavorano.
Un operatore che lavora in una casa di riposo pubblica ha un contratto come dipendente negli Enti Locali che ha ben poche affinità con la sua professione e fatica a a sanità.
Perché il contratto unico per la sanità non deve essere una chimera, qualcosa di irrealizzabile, ma una soluzione ai continui esodi di personale che lasciano scoperte altre strutture, che si trovano, come sta accadendo anche ora nella nostra provincia, in una vera e propria emergenza sanitaria per mancanza di personale.
Per dare continuità assistenziale e un servizio di qualità questa è una delle soluzioni che a gran voce viene richiesta dagli infermieri e dagli oss.
Se le case di riposo, dopo la pandemia, hanno acquisito un’evidente importanza sanitaria (che era già ben nota da molto prima ma bellamente ignorata) e le strutture private sono una prolunga del sistema sanitario regionale, proprio perché accreditate dalla Regione, perché devono avere contratti diversi?
Proprio la Regione dovrebbe pretendere che venga applicato questo contratto a tutti i profili sanitari, per offrire un servizio migliore che non faccia scappare gli operatori alla ricerca di una posizione lavorativa adeguata.
La giunta regionale dovrebbe garantire questo trattamento contrattuale, non solo per un riconoscimento a questi lavoratori, alla luce di ciò che è accaduto con il Covid 19, ma perché dare una stabilità contrattuale significa perseguire un percorso di stabilità sanitaria, di qualità lavorativa e salariale, evitando le disuguaglianze che tanto danno stanno facendo.
E i soldi dove li troviamo?
Le quote sanitarie in cui la Regione è mancante è una risposta.
Speriamo venga ascoltata.

Enrica Muraro
Candidata consigliere regionale
Il Veneto che vogliamo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette