19/09/2020

POLESELLA

Multa per chi non taglia l'erba nel proprio giardino: già 40 sanzioni

Lo spiega il sindaco Leonardo Raito

index.jpg

POLESELLA - "Il problema della manutenzione del verde è fra le questioni legate al decoro pubblico maggiormente sentite. Da una parte c’è il verde pubblico, la cui competenza è dell’ente pubblico. Ogni comune ha chilometri di cigli da sfalciare più volte l’anno, oltre ai giardini, ai parchi, al verde degli edifici pubblici e il verde di scoli e canali. Le difficoltà per le amministrazioni sono legate alle poche risorse di personale esterno e anche ai mezzi necessari che nella maggior parte sono obsoleti e necessitano di continue riparazioni. Non sempre poi è il Comune a doversi far carico della manutenzione perché non tutto il verde è di competenza del comune, gli scoli in genere sono di competenza del Consorzio di Bonifica o nel caso dell’argine del Po di Aipo", così il sindaco di Polesella, Leonardo Raito.

"Un’altra questione che viene spesso segnalata è invece relativa al verde privato. In questi casi l’auspicio è che siano i privati cittadini e i proprietari a tenere in ordine e quindi a falciare il verde. Purtroppo non sempre succede, soprattutto nei terreni di case disabitate o nelle lottizzazioni. In questi casi è fondamentale il lavoro della polizia locale in collaborazione con gli uffici tecnici. Nonostante l’emergenza covid abbia bloccato per alcuni mesi la possibilità dei proprietari di raggiungere i propri fondi, ma anche quella della polizia locale di poter sanzionare queste problematiche, da inizio estate, sono una quarantina i verbali elevati in seguito ad un’attenta attività di ricerca e di risoluzione delle questioni. In alcuni casi è stato elevato più di un verbale nei confronti dello stesso proprietario inadempiente, e in alcuni casi si è già arrivati all’emissione dell’ordinanza sindacale di pulizia con il rischio di incorrere in una denuncia penale".

"È bene precisare che il regolamento, approvato dai comuni appartenenti alla Polizia Locale Associata Medio Polesine, prevede che si debbano tenere gli spazi privati prospettanti la pubblica via in condizioni decorose, e inoltre deve essere effettuato lo sfalcio periodico dell’erba in maniera tale da non creare aree incolte e da mantenere il decoro dei luoghi, anche per motivi igienico-sanitari. Nel territorio di competenza della convenzione, sono ben sette i verbali elevati nel comune di Canaro, sei a Pincara, cinque a Polesella. Un paio di verbali invece in ciascuno degli altri comuni. L’attività prosegue serratamente, solo quest’anno sono state una trentina le segnalazioni di erba alta che hanno scaturito, fra attività esterna e lavoro d’ufficio, oltre settanta interventi. Queste sono soltanto le segnalazioni di erba alta, ma molto spesso le segnalazioni sono più complesse implicando diverse problematiche, quali rifiuti, problemi ai fabbricati e problematiche legate alla detenzione degli animali. I sindaci hanno dato direttive chiare in merito al rispetto del territorio e dei regolamenti e l’azione degli agenti del comandante Silvio Trevisan stanno operando di conseguenza".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette