20/09/2020

CORONAVIRUS IN ITALIA

Pronto il piano del Governo contro la seconda ondata di contagi

A pesare sarà anche l’indice di contagio Rt: se supererà quota 1,5 per troppo tempo scatterà l’allarme

Altri contagiati Coronavirus, Sale a 12 il numero in Veneto

ITALIA - Il ministero della Salute e l’Iss hanno messo a punto un piano studiato ad hoc per l’Italia per limitare il rischio di contagi da Coronavirus qualora dovessero continuare ad aumentare. A pesare sarà anche l’indice di contagio Rt: se supererà quota 1,5 per troppo tempo scatterà l’allarme: il sistema sanitario nazionale potrebbe non reggere una seconda ondata, e quindi rischiare il collasso. I due grandi punti interrogativi, per capire l’andamento della curva dei nuovi positivi, saranno le aperture delle scuole, a settembre, e la stagione autunnale.

Dal punto di vista nazionale, il piano prevede:

- una informazione puntuale e la condivisione dei dati epidemiologici provenienti da tutto il Paese prima dell’arrivo dell’autunno, così da favorire il "coordinamento delle indicazioni operative sulla base degli attuali scenari";
- il monitoraggio della situazione epidemiologica in modo da identificare "precocemente segnali di allerta ed identificare tempestivamente eventuali misure per il contenimento di ulteriori contagi";
- la garanzia di una comunicazione ufficiale al pubblico "armonizzata e coerente e, se possibile, ricondotta a precisi soggetti/Istituzioni";
- di continuare a rafforzare "i meccanismi di coordinamento e collaborazione tra territori diversi e di compensazione/reperimento delle risorse nel Paese in modo da affrontare in modo sinergico eventuali criticità intra-interregionali"

Dal punto di vista regionale, invece, sarà necessario:

- la messa a punto di un piano operativo – e questo prevede anche la scuola e le Rsa -, e che sia "coerente con lo standard nazionale e condiviso con le articolazioni del Ssr";
- la verifica, e se necessario il rafforzamento, "dello stato di preparazione dei servizi sanitari al fine di poter fronteggiare in modo ottimale un eventuale aumento nel numero di nuove infezioni da SARSCoV-2 nella stagione autunno-invernale 2020-2021".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette