27/07/2021

ROVIGO

La picchia davanti alle figlie e viene condannato

Un anno e 4 mesi di carcere a un 48enne nigeriano

Picchia la moglie incinta davanti alle figlie: condannato

22/07/2020 - 20:57

ROVIGO - Maltrattamenti, minacce e umiliazioni alla moglie incinta, davanti alle figlie: un anno e quattro mesi di condanna a un nigeriano di 48 anni. Secondo l'accusa l'uomo, che viveva con la famiglia a Rovigo, aveva in diverse circostanze offeso la moglie, di pochi anni più giovane, dandole della poco di buono, minacciando di ucciderla, fregandosene di lei e delle figlie. E ancora obbligandola a togliersi la fede nuziale, riempiendola di botte anche quando era incinta, rifiutandosi di portarla all'ospedale. Un comportamento violento e assurdo, finito con l'isolamento della donna e delle figlie dagli altri, e volendo che interrompesse la gravidanza dopo che la figlia precedente, nata con una sindrome che le causava attacchi di epilessia, era lei stessa oggetto di offese e umiliazioni. Poi pugni, sputi e ginocchiate all'addome sempre davanti alle bambine, malmenate mentre cercavano di difendere la madre e chiamare la polizia. Il giudice Mabel Manca ha condannato l'uomo per maltrattamenti riqualificati in percosse in continuazione a 16 mesi di carcere.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette