03/08/2020

BADIA POLESINE

"Troppo caldo per gli anziani", "Caldo? Per il loro bene". E scoppia la polemica

Cristiano Pavarin (Uil Fpl) interviene. "Imbarazzante la risposta del presidente ai familiari"

Casa del Sorriso, bilancio in rosso

BADIA POLESINE - "Imbarazzante quanto inopportuno l'atteggiamento del presidente della Casa del Sorriso di Badia, Tommaso Zerbinati, il quale invece di scusarsi con i dipendenti gli ospiti e i loro familiari per il disagio determinato dal ritardo attraverso il quale hanno provveduto alla modifica della impianto di condizionamenti della struttura, si cimenta attraverso pubbliche considerazioni che nulla hanno a che fare con la gestione istituzionale nel ruolo gli appartiene". Così Cristiano Maria Pavarin della segreteria della Uil Fpl Rovigo interviene dopo la risposta del presidente della Casa del Sorriso alla lettera dei familiari. 

"Eppure, nonostante le linee di indirizzo dell istituto superiore di sanità, pubblicate lo scorso 25 maggio siano chiare, rispetto le operazioni da fare con l'obiettivo di tutelare utenti e dipendenti dal rischio covid, mantenendo però temperature di esercizio adeguate, l'amministrazione che lui stesso presiede si è mossa solo dopo le insistenze del sindacato e del comitato familiari, che probabilmente hanno scelto la strada del comunicato solo dopo non aver ricevuto risposte esaustive - continua Pavarin - Ma il vero problema sta nel fatto che la soluzione prospettata, è assolutamente provvisoria perché riguarda solamente il by pass del ricircolo dell'aria da refrigerate e quindi, per stessa ammissione del Presidente Zerbinati, gli effetti generati saranno limitati, per questo motivo temiamo che la vera emergenza, sarà quando la temperatura estiva tornerà a crescere e l'impianto, probabilmente non sarà in grado, senza il ricircolo dell'aria miscelata, di garantire l'abbassamento della temperatura, temperatura necessaria per una struttura che presta assistenza socio sanitaria.
Invitiamo il Presidente Zerbinati ad adoperarsi da subito per attuare una soluzione più idonea, che potrebbe essere quella di dotare il sistema di condizionamento dei necessari filtri, concordando coi tecnici la necessaria manutenzione degli stessi
Il Presidente si adoperi presso la Regione, assieme al coordinamento delle Rsa Polesane affinché la giunta regionale prenda in carico la questione della adeguamento strutturale ai fini covid, adeguamento necessario a causa degli stessi protocolli imposto dai competenti uffici regionali".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette