25/09/2020

DELTA VOLLEY

Martin Kindgard resta tra i giganti nerofucsia

Confermato l'alzatore, la formazione polesana si fida di lui

I giganti sono in ottime mani

Martin Kindgard

PORTO VIRO - Mani sicure per la Biscottificio Marini Delta Volley. La formazione polesana, prossima protagonista del campionato 2020/2021 di Serie A3 Credem Banca, si affida ancora all’esperienza di Martin Kindgard in cabina di regia.

Sbarcato l’estate scorsa a Porto Viro, dopo un lungo peregrinare tra la Serie A italiana e quella argentina, in pochi mesi l’alzatore classe ‘86 ha saputo conquistare l’affetto e il rispetto di tutto l’ambiente. Poche parole, tanti fatti: è così che Kindgard si è affermato come uno dei leader dello spogliatoio nerofucsia, diventando il cardine del sistema di gioco architettato da coach Massimo Zambonin.

"Il rinnovo non è mai stato in discussione, entrambi lo volevamo fortemente, sia io che la società – racconta Kindgard – Il club è ambizioso e vuole continuare a crescere, senza cambiare troppo, ma mantenendo una base solida. Ma se ho scelto di restare a Porto Viro è per tutto il ‘pacchetto’, non solo per la pallavolo. La mia famiglia si trova benissimo qui, la città è comoda e tranquilla, offre una qualità di vita ideale per me".

Carattere mite fuori dal campo, spirito leonesco quando si tratta di battagliare sul taraflex. Kindgard non ha ancora digerito il finale amaro della scorsa stagione: "C'è rammarico per non essersi potuti nemmeno giocare la promozione – dice – Se te la giochi sul campo e la perdi, consapevole di aver dato tutto, sei molto più sereno. Fosse per me tornerei in campo tra due settimane per disputare i playoff che il virus ci ha portato via: la voglia di arrivare a quel traguardo era tanta e ce n'è ancora tantissima, speriamo di essere di nuovo lì davanti con le prime il prossimo anno. Penso, però, che il formato con una sola promozione sia troppo penalizzante (quest’anno ce ne saranno due, ndr), sarebbe giusto prevederne almeno tre per dare più valore al campionato di A3".

"Il ricordo più bello della scorsa stagione? Quasi tutte le vittorie sono state fantastiche, ma il gruppo è la cosa che mi è rimasta più dentro – prosegue l’alzatore argentino – Come detto, sono molto contento del lavoro svolto dalla società sul mercato. Abbiamo confermato la base della squadra dello scorso anno, aggiungendoci alcuni nuovi elementi di valore: questo sarà un grande vantaggio per noi, e sono sicuro che anche l’anno prossimo il ricordo più bello che avrò sarà il gruppo”.

Campionato di A3 2020-2021, che cosa deve aspettarsi la Marini Delta? “Il livello sarà simile a quello dello scorso anno, sono cambiate alcune società ma i giocatori che affronteremo sono più o meno gli stessi – risponde Kindgard – Ci sono squadre che hanno blasone e nomi importanti in rosa, vedremo se saranno in grado di mantenere un ritmo alto per tutta la stagione. Naturalmente per noi l'asticella si è alzata, ci sono più aspettative e dobbiamo dimostrare in campo quello che valiamo. Anche se la qualità del nostro organico è cresciuta, alla fine è sempre e solo il campo quello che parla".

Si avverte l’adrenalina, la fame nelle parole di Kindgard: "Ho tanta voglia di ricominciare, non tanto la preparazione, ma le partite, lo spettacolo. Mi manca il nostro palazzetto, anche perché abbiamo fatto l'ultima partita in casa a febbraio. Speriamo di vederlo sempre pieno anche quest’anno, ormai ci siamo abituati a giocare davanti a tanto pubblico. In questi giorni mi sto allenando lì, guardo gli spalti e mi immagino altre tribune, dietro, a fianco, davanti. E me le immagino tutte piene, per fare diventare lo spettacolo ancora più bello".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette