08/07/2020

AMBIENTE

Volontari al lavoro lungo l'argine con "Raccogliamola un Po… prima del Mare"

Plastic Free sbarca anche a Ficarolo

Via la plastica, la natura respira: i volontari puliscono l'argine

FICAROLO - Primo Plastic Free in Altopolesine. Sbarca anche in alto polesine l’associazione di volontariato Plastic Free Odv Onlus, nata nel luglio del 2019 con l’obiettivo di informare e sensibilizzare più persone possibili sulla pericolosità della plastica, in particolare quella monouso, che non solo inquina, bensì uccide.

Si sviluppa online attraverso i social network e sta diventando una realtà sempre più grande e con referenti in tutt’Italia. E proprio nella sua Ficarolo, il referente per l’Alto Polesine Paolo Monesi, in coordinamento costante con il referente Veneto Riccardo Mancin e il presidente nazionale Luca De Gaetano, ha organizzato con successo il primo mini-evento Plastic Free.

Un gruppo di volontari, con un’età compresa tra i 20 agli 82 anni, ha risposto alla chiamata di Monesi e si è radunata sull’argine del fiume Po per dare il via al progetto “Raccogliamola un Po… prima del Mare” e ripulire un tratto di argine di circa duecento metri.

In circa due ore, il “bottino” recuperato sulle rive del grande Fiume è stato davvero considerevole. “Si tratta di 12 sacchi in meno che finiranno in mare – ci spiega lo stesso Monesi - Il Po è la vena aortica del Paese, il maggior conduttore di rifiuti di tutta la Pianura Padana verso il mare. Se lavoriamo bene sul fiume, aiutiamo molto il mare e le sue creature a respirare e vivere sano noi con lui”.

Monesi ha le idee chiare anche sul futuro dell’associazione e sulle attività che si potranno organizzare sul territorio. “Innanzitutto raccogliamo segnalazioni dei cittadini su luoghi molto contaminati ed in collaborazione con le amministrazioni comunali organizziamo poi le raccolte facendo sensibilizzazione – spiega il referente altopolesano – Il progetto Plastic Free prevede anche una formazione nelle scuole, cercando di spostare il consumo da bottigliette in plastica ai dispenser con borracce in alluminio. Il dispenser può poi essere regalato alla scuola dalla nostra associazione”.

Uno stretto rapporto di collaborazione con le amministrazioni comunali, che Monesi sta già contattando proprio in questi giorni, potrebbe poi portare a risultati davvero importanti e significativi.

“Una bella iniziativa è quella della ‘Bandiera Plastic Free’ per i comuni virtuosi – spiega ancora Monesi - Per ottenerla vi sono 3 condizioni: fare una delibera per eliminare la plastica monouso da bar e sagre; aiutare le raccolte con sacchi idonei e successivo smaltimento dei rifiuti raccolti e invitare l’associazione a fare formazione nelle scuole. Ringrazio tutti i volontari che hanno voluto partecipare a questa nostra prima uscita ufficiale sul territorio – conclude Monesi – ringrazio anche l’amministrazione comunale e il sindaco Fabiano Pigaiani per la collaborazione nel successivo smaltimento del ‘bottino’”.

Per avere informazioni sull’associazione e sulle sue attività è possibile seguirla su Instagram @plesticfreeit oppure sul web all’indirizzo www.plasticfreeonlus.it o su Facebook alla pagina Plastic free odv onlus.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette