27/07/2021

COMUNE DI ROVIGO

Masin contro Gambardella: "E' entrata nella schiera dei contestatori a prescindere"

Il consigliere Masin interviene dopo le dichiarazioni della collega contro Gaffeo

"Mutui? Non sono solo debiti"

06/06/2020 - 20:12

ROVIGO - “Spiace constatare che anche una persona "sobria", come la collega Gambardella, dopo la ricomparsa sulla scena politico istituzionale si sia "arruolata" tra i contestatori a prescindere dell’attuale amministrazione. Eppure dovrebbe essere chiaro, soprattutto a chi ricopre un ruolo, che una buona amministrazione è sempre caratterizzata dalla continuità amministrativa: il fatto che si porti a compimento quanto già previsto e/o finanziato in precedenza, andrebbe apprezzato e non criticato”, con queste parole il capogruppo in consiglio comunale del Forum dei Cittadini, Matteo Masin, interviene in risposta alle dichiarazioni della consigliera di opposizione, ex candidata sindaco per il Centrodestra, Monica Gambardella che commentando sulla stampa il primo anno di mandato dell’amministrazione Gaffeo sostiene che le cose fino a questo momento fatte dal sindaco in carica altro non siano che le decisioni, prese in precedenza, dall’ex sindaco Massimo Bergamin.

“Bisognerebbe che consigliera facesse anche un altro ragionamento e si chiedesse: come mai, se Bergamin aveva previsto e programmato tutto, aveva aspettato così tanto, per portare lui stesso a compimento, tutti questi progetti? – continua Masin - Aveva aspettato così tanto, che proprio la sua base, spazientita, decise di staccare la spina e mandarlo a casa. Magari Monica potrebbe, guardando la scadenza naturale del consiglio comunale, originariamente prevista per questo 2020 assieme al rinnovo del consiglio regionale, trovare che le due cose potrebbero essere legate. In questo caso, dovrebbe convenire con me, saremmo di fronte ad una strategia che non tiene in alcun conto le aspettative della comunità: la gente ci vota per fare subito, o quanto prima, non per fare solo a scadenza elettorale”.

“Detto questo, non si capisce la ratio di chi si sottrae, quando è ora di realizzare quello che la propria parte politica aveva programmato (anche se maldestramente): perché, quasi tutto il Centrodestra, non è rimasto in aula quando si è trattato di votare per il concordato fallimentare sulle piscine? - continua pungente Masin - Piuttosto, se la collega Gambardella volesse, eventualmente, riconoscere qualcosa, non tanto alla precedente amministrazione, ma al solo ex sindaco Bergamin (perché la sua Maggioranze era di tutt'altro avviso, visto che nell'ultimo squarcio di mandato, Presenza Cristiana e non solo, era addirittura arrivata a proporre di rivedere, drasticamente, l'Art.23 delle NTA dell'Interporto, Norma che ora viene ulteriormente valutata), la scelta di confermare il ricorso al Consiglio di Stato, proprio nello spirito della continuità amministrativa, con la scelta del sindaco Merchiori che, all'indomani della sentenza avversa al Tar, decise di impugnarla ricorrendo al Consiglio di Stato, per tutelare la salute pubblica dalla minaccia rappresentata da un cementificio che chiedeva di insediarsi in area Interportuale”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette