11/04/2021

CORONAVIRUS IN VENETO

"Si corre lontano dalla gente", l'ordinanza di Zaia

Troppe segnalazioni di runner che corrono in mezzo alla gente. La Regione corre ai ripari

"Troppa gente troppo lontano da casa". I sindaci intervengono

VENETO - Il presidente della Regione Luca Zaia ha, come al solito, fornito il bollettino quotidiano sull'andamento del contagio in Regione. 410mila tamponi totali dall'inizio dell'emergenza; le persone in isolamento sono 5773, 402 meno rispetto alle 24 ore precedenti; i positivi sono 18553, 74 in più rispetto a ieri, un incremento molto basso; i ricoverati sono 959, 33 in meno rispetto alla giornata di ieri; i ricoverati in Terapia intensiva sono 87, meno 3; i dimessi sono 2826, più 44; i morti sono 1235 in ospedale, 1589 contando tutti i decessi, con 12 in più rispetto a ieri.

"Stiamo scrivendo una ordinanza - ha spiegato Zaia - sull'uso della mascherina, perché non è possibile che chi corre, giustamente senza mascherina, lo faccia in mezzo alla gente. Stiamo ricevendo numerose segnalazioni e agiremo di conseguenza. Faremo un provvedimento per domandare il rispetto delle regole, i podisti che corrono senza mascherina non dovranno farlo in luoghi affollati".

"Su parrucchieri, bar e ristoranti il Veneto è favorevole a riaprire tutto, subito - ha proseguito il presidente della Regione - Non si capisce per quale motivo bar, parrucchieri e ristoranti, debbano pagare in maniera più pesante la crisi rispetto agli altri. Ovviamente, rispettando le regole. Questo deve essere chiaro: si deve stare attenti e rispettare le regole, perché altrimenti si torna indietro".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette