31/07/2021

la buona notizia

"La nostra riabilitazione è un'eccellenza nazionale"

Lo ha raccontato il dg Compostella: fisiatri e fisioterapisti si occupano dei pazienti covid sin dalla rianimazione per aiutarli a non perdere funzionalità e autonomia

Riabilitazione per pazienti Covid, Trecenta eccellenza nazionale

25/04/2020 - 20:10

TRECENTA - "Sono in diretta questa volta da Trecenta anche per spiegare come il personale di Riabilitazione, che abitualmente lavora a Trecenta, sia impegnato in prima persona nella filiera Covid, per aiutare nella riabilitazione i pazienti Covid, soprattutto gli anziani, che debbono restare a letto per lunghi periodi", ha spiegato il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana, Antonio Compostella. Un compito, quindi, assolutamente nuovo e in prima linea, che il personale, però, svolge con la consueta passione. Si tratta del primo caso in Veneto di una organizzazione di questo tipo.

"Presso il Covid Hospital di Trecenta abbiamo attivato appunto una filiera di riabilitazione di pazienti Covid durante e al termine della degenza. Le degenze sono mediamente lunghe e, soprattutto nelle persone più anziane, dopo l’allettamento è necessario provvedere ad una riabilitazione neuro muscolare così da riportare i pazienti ad avere l’autonomia che avevano prima dell’infezione", ha evidenziato il direttore generale.

Una parte dell’equipe guidata dal primario Margherita Cattozzo, in particolare il fisiatra Franco Rossi insieme ai fisioterapisti che si occupavano in precedenza di riabilitazione ortopedica e della neuroriabilitazione, si è riorganizzata ed ha acquisito competenze specifiche costruendo un percorso condiviso in stretta collaborazione con il direttore della pneumologia Gian Luca Casoni, per la riabilitazione respiratoria e neuromotoria a partire dalla fase acuta del paziente covid, già dalla rianimazione sino alla ripresa delle autonomie funzionali prima della dimissione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette