22/10/2020

La campagna

“Uno stop improvviso che ha pesato molto”

L’iniziativa realizzata con “Rovigoindiretta” “Polesine24.it” e la blogger Chiara Moss

“Uno stop improvviso che ha pesato molto”

L’obbiettivo di raccogliere almeno 3mila euro della nostra campagna a favore della sanità polesana è stato raggiunto, ma abbiamo deciso di non fermarci. L’iniziativa che portiamo avanti durante questa emergenza a causa dell’espandersi del Coronavirus, prosegue quindi a vele spiegate. E’ il modo che abbiamo scelto per donare una speranza in più a chiunque dovrà affrontare la difficile battaglia contro il Covid-19, una campagna promossa La Voce di Rovigo, Rovigoindiretta e Polesine24.it che, in collaborazione con la giovane blogger rodigina Chiara Moss, raccoglieranno fondi attraverso gofoundme.com. L’obiettivo è l’acquisto di materiale sanitario a favore della sanità del nostro Polesine. Una campagna per la quale si stanno spendendo molti testimonial del nostro territorio, dalla politica allo sport, dalla cultura allo spettacolo, dall’imprenditoria alla medicina.

Dopo i sindaci di Porto Tolle, Roberto Pizzoli, di Lendinara, Luigi Viaro, di Bergantino, Lara Chiccoli, di Polesella, Leonardo Raito, di Rovigo, Edoardo Gaffeo, di Occhiobello, Sondra Coizzi, l’assessore regionale veneto Cristiano Corazzari e il consigliere regionale Graziano Azzalin, anche Umberto Casellato, coach dei Bersaglieri sostiene la nostra campagna di raccolta fondi.

Come è cambiata la sua vita in queste settimane di emergenza?
“La mia vita è cambiata molto. Sono passato da trascorrere la maggior parte del mio tempo al campo allo stare a casa. Non voglio fermarmi però. Per questo motivo sto sfruttando il tempo per studiare bene i giocatori, la rosa. Ne approfitto per dedicarmi di più alla squadra al punto di vista tecnico. Sto cercando di approfondire quegli aspetti che di solito nel tran tran della routine quotidiana vengono tralasciati e trascurati”.

Qual è la cosa alla quale ha rinunciato con più difficoltà?
“Sicuramente il tempo passato con i giocatori. Vederli ogni giorno, fare la battuta durante gli allenamenti, prenderci in giro. Sì, il rapporto quotidiano con i ragazzi e con lo staff è la cosa alla quale ho fatto più fatica a rinunciare”.

Cosa ha riscoperto, invece, in questi giorni di clausura quasi totale?
“L’avere il tempo di dedicarmi alle cose che la routine quotidiana tendono a mettere in secondo piano. Poi, per fortuna, tutto quello che facevo prima, in ufficio, riesco a farlo a casa”.

La stagione, per quest’anno è terminata…
“Purtroppo sì, non è stata una scelta facile da accettare, anche se come è stato detto più volte quella che stiamo vivendo è una situazione eccezionale. Ammetto che la prima settimana ho fatto fatica a dormire, è stato uno stop improvviso che ha pesato molto”.

Come stanno i ragazzi?
“Per fortuna, in questi anni che sono stato a Rovigo, abbiamo costruito abbiamo costruito una buona autodisciplina: prima di tutto viene la squadra. Prima c’è la squadra e poi c’è l’individuo, il singolo atleta. Quindi non ho dubbi sul fatto che ciascuno di loro stia facendo la propria parte con allenamenti e una corretta alimentazione. Se tra un mese dovessimo ricominciare so che sarebbero tutti pronti. Abbiamo lavorato sull’essere squadra perché vogliamo che la squadra sia molto performante, sempre”.
Anche coach Casellato invita a sostenere la sanità polesana in questo momento difficile. Farlo è semplicissimo.

Basta cliccare sul link e seguire le istruzioni per la donazione attraverso la vostra carta di credito. Oppure andare su www.gofundme.com e cercare la campagna di raccolta fondi dal titolo “La tua donazione oggi è ossigeno”. Una volta all’interno della campagna, cliccare su “Fai una donazione” e seguire le istruzioni. Anche un solo euro è importante, perché andrà direttamente a sostenere la nostra sanità in un momento così difficile. Potrete anche condividere la campagna di raccolta fondi anche nei social network, via e-mail, su WhatsApp o Messenger con tutti i vostri contatti. La parola d’ordine è sempre la stessa: donate, perché tutti insieme, uniti, riusciremo a metterci alle spalle anche questo terribile periodo, uscendone più forti di prima.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette