29/05/2020

CORONAVIRUS E ANIMALI

Primo caso di contagio in un gatto: "Padroni, non abbandonateli. Non sono contagiosi"

La notizia arriva dal Belgio e con essa le rassicurazioni: "Non c’è ragione di pensare che gli animali domestici possano essere vettori dell’epidemia"

Amici a quattro zampe: occhio al virus!

BELGIO - La notizia del primo caso di contagio da coronavirus in un gatto arriva dal Belgio. Come riportato dal quotidiano Il Corriere della Sera, sembra che il contagio si sia verificato da padrone ad animale, una tesi supportata dalla facoltà di medicina veterinaria di Liegi.

"Gli esami hanno evidenziato che il gatto di una persona infettata dal Covid-19 è stato contagiato dal suo padrone e ha quindi ha sviluppato dei sintomi e un’infezione che è stata confermata", ha annunciato il virologo Emmanuel André, portavoce interfederale della lotta contro il coronavirus in Belgio.

È importante però ribadire una cosa: "Questo tipo di trasmissione, però, va dall’uomo all’animale, non il contrario, e necessita di un contatto ravvicinato fra i due durante la vita quotidiana" ha precisato Emmanuel André.

Si tratta, quindi, ed è doveroso ribadirlo, di un caso isolato. Anche se le autorità hanno proposto di adottare una serie di misure di precauzione per le persone infettate che hanno un animale domestico, oggi non c’è ragione di pensare che gli animali domestici possano essere vettori dell’epidemia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette