22/09/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Oltre 12mila le vittime del virus: a Palazzo Tassoni bandiere a mezz'asta

Anche il Comune etrusco ha aderito all'iniziativa nazionale

ADRIA - A mezzogiorno in punto, al suono delle campane del campanile della Cattedrale, la città etrusca si è fermata insieme a tutti i comuni italiani per dedicare un minuto di silenzio in ricordo delle vittime del Coronavirus. Un bilancio tremendo ben oltre i 12mila morti, purtroppo, in continuo aumento anche se si intravede qualche segnale positivo di contenimento di terribile virus.

Alla cerimonia ha partecipato il sindaco Omar Barbierato con il consigliere comunale Massimo Barbujani, quindi i rappresentanti delle forze dell’ordine: la polizia locale con il comandante Pierantonio Moretto, la polizia di stato con il commissario capo Riccardo Signorelli, per un’urgenza dell’ultimo momento non ha potuto partecipare l’arma dei Carabinieri che ha mandato al sindaco un messaggio di vicinanza. Un momento di silenzio davanti al gonfalone della città e sotto la loggia di Palazzo Tassoni con le bandiere listate a lutto. Ha aperto il sindaco con le parole: “Minuto di raccoglimento in ricordo di tutte le vittime italiane del Coronavirus” quindi il silenzio in un corso desolatamente deserto, così pure piazza Groto occupata dalle volanti delle forze dell’ordine.

Al termine qualche secondo con le sirene di polizia locale e polizia di stato. La breve ma toccante cerimonia si è conclusa con i saluti di ringraziamento di Barbierato agli intervenuti. L’iniziativa è stata promossa a livello nazionale dall’Anci, associazione nazionale dei comuni d’Italia. Anche la Croce verde ha osservato un minuto di silenzio raccogliendo davanti alla propria sede in via Malfatti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette