you reporter
ignorare header

CORONAVIRUS IN POLESINE

Un macchinario per analizzare i tamponi in arrivo a Rovigo

Lo spiega Antonio Compostella, direttore generale dell'Ulss 5 Polesana

La buona notizia: i nostri medici e infermieri stanno bene. Tamponi negativi

ROVIGO - Le attività di esecuzione dei tamponi stanno proseguendo secondo i due filoni prestabiliti: da una parte i tamponi vengono eseguiti sui sospetti sintomatici e dall’altra è in corso lo screening sui dipendenti e le categorie a rischio come i lavoratori delle case di riposo.

Nella prossima settimana sarà completata l’esecuzione dei tamponi per tutti i dipendenti e l’Ulss 5 fa sapere che procederà con le categorie ad alto rischio come, ad esempio, le forze dell’ordine e i vigili del fuoco.

“Lunedì prossimo dovrebbe arrivare una nuova attrezzatura all’Ospedale di Rovigo per la lettura dei tamponi, acquistati da Regione Veneto attraverso Anzienda Zero - ha precisato il direttore generale dell’Ulss 5 Polesana, Antonio Compostella - Stiamo convertendo anche un macchinario dell’Ospedale di Trecenta per eseguire la stessa attività. Una volta a regime le macchine ci permetteranno di intensificare l'esecuzione dei tamponi e la relativa lettura, gravando meno sul laboratorio di Padova. Chiaramente dovremo continuare ad avvalerci di quel laboratorio ma avremo, in questo modo, con le due macchine a disposizione, la possibilità di trattare in autonomia all’incirca 130 tamponi al giorno”. Il numero dei tamponi fino a questo momento eseguiti supera i 500 per il primo filone e altettanti sono stati fatti sul personale dell’Ulss.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette