29/10/2020

ROVIGO

Arte per la libertà live sui social

"Restiamo a casa live-Aspettando Arte per la libertà”: ogni pomeriggio alle 15 per due settimane performance live

Arte per la libertà live sui social

ROVIGO - Parole e note “per la libertà” entrano direttamente a casa vostra: è l’iniziativa promossa dall’associazione Arte per la liberà, che ogni giorno alle 15 porterà un artista del festival in diretta social. A partire da lunedì 16 marzo, infatti, è iniziata l’iniziativa promossa da “Arte per la libertà”, il festival della creatività per i diritti umani, nato dall’unione di Voci per la Libertà-Una canzone per Amnesty e DeltArte-Il Delta della creatività, e con un’anima più musicale e una più artistica.

Il festival avrebbe dovuto prendere avvio a fine marzo, come sempre in provincia di Rovigo, ma è stato rimandato a causa della situazione sanitaria nazionale. Aderendo con convinzione alla campagna #iorestoacasa nasce così il minifestival on line “Restiamo a casa live-Aspettando Arte per la libertà”: #restiamoacasalive. Con un pensiero anche a chi a casa non ci può stare perché una casa non ce l’ha: #vorreirestareacasa. Un tema forte che incrocia diritto alla salute e diritto all’alloggio.

“Restiamo a casa live-Aspettando Arte per la libertà” ha un calendario giornaliero che propone performance in diretta streaming sui social network legati al festival. Perché, come affermano Michele Lionello e Melania Ruggini, i due direttori artistici, “il nostro festival, e in più in generale la cultura del nostro Paese, non deve fermarsi proprio ora e deve innanzitutto cercare di regalare emozioni autentiche e momenti di spensieratezza a tutti". Ogni giorno dai profili social (Facebook, Instagram e Twitter) di Arte per la libertà, Voci per la libertà e Deltarte, si collegheranno musicisti, cantanti, street artist, pittori e pittrici, attori e attrici, per condividere un pezzo del loro tempo ed esprimersi nel loro linguaggio artistico.

Il primo appuntamento è con il portavoce di Amnesty International Italia, Riccardo Noury, che ha parlato del rapporto tra arte e diritti umani e del profondo legame tra Voci per la libertà ed Amnesty International; a seguire alcuni degli artisti che negli ultimi anni sono stati protagonisti del festival. La prima settimana sarà tutta al femminile con Chiara Patronella, Carolì. Eleonora Betti, Jessica Ferro, Elisa Erin Bonomo ed Alessandra Carloni. Nella seconda settimana Carlo Valente, Grace N kaos, Violetta Carpino, Marco Cortesi, Marmaja, Centocanesio e Michele Mud. A seguire altri artisti per uscire dalla quarantena e ricominciare ad incontrarsi. L’appuntamento, allora, è tutti i giorni alle 15 sui canali Facebook e Instagram di Voli per la libertà e DeltArte.

Dopo l’esordio di lunedì con Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, martedì pomeriggio sarà la volta della musicista Chiara Patronella. Si prosegue mercoledì con la street artist Carolì; giovedì spazio di nuovo alla musica con Eleonora Betti mentre venerdì toccherà all’arte di Jessica Ferro.Weekend con la musica di Elisa Erin Bonomo, sabato, e l’arte di Alessandra Carloni, domenica, sempre alla stessa ora. La prossima settimana sarà aperta, lunedì, dal musicista Carlo Valente; martedì ancora musica con Gianluca dei Grace N kaos; mercoledì torna l’arte con Violetta Carpino; giovedì spazio all’attore Marco Cortesi; mentre venerdì ci saranno Guido e Jacopo dei Marmaja, con la loro musica. Gran finale (per ora) con l’arte di Centocanesio, sabato, e la musica di Michele Mud, domenica.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette