22/10/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Falsifica l'autocertificazione pur di uscire di casa

Continuano i controlli serratissimi. Altri nove i denunciati

Falsifica l'autocertificazione pur di uscire di casa

ROVIGO - Una vicenda incredibile, che conferma come ci siano, ancora, persone che non hanno compreso la gravità del momento e l'importanza di mettere da parte comportamenti egoistici, che rischiano di danneggiare se stessi, gli altri, e le persone care. Persone che, invece di stare a casa, se non per motivi indispensabili, vanno in giro. In un caso veramente eclatante si è imbattuto il personale della polizia di Stato, nel corso dei controlli che, assieme alle altre forze dell'ordine, sta ponendo in essere, per cercare di fare in modo che ci siano meno persone in giro e per strade possibile.

Lo scopo è, infatti, quello di rallentare il più possibile il ritmo di crescita del contagio, in maniera che possa essere assorbito dalle strutture mediche, senza farle entrare in crisi. E garantire che il numero di posti letto in terapia intensiva, attrezzati con respiratori meccanici, necessari per i casi più gravi, sia sufficiente.

Nelle ultime 24 ore, il personale della polizia di Stato ha controllato 89 persone, facendo scattare 9 denunce a piede libero. Nove denunce sono state per inosservanza del provvedimento dell'autorità, in particolare il Decreto del presidente del consiglio dei ministri che ha disposto il divieto di uscire di casa. Uno dei nove denunciati, però, ha anche incassato la contestazione di falsità ideologica. Pur di uscire di casa, infatti, avrebbe prodotto una autocertificazione attestante una circostanza falsa: avrebbe infatti attestato che era uscito dal suo Comune perché, in questo, non era disponibile un determinato prodotto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette