14/08/2020

CORONAVIRUS

"Mascherine? Basta la cautela"

Parola al direttore generale dell'Ulss Antonio Compostella

ROVIGO - La mascherina? Non è una precauzione del tutto inutile. Ma può benissimo essere sostituita dalla rispettosa osservazione delle regole di sicurezza. Lo ha spiegato il direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella. Osservare la distanza di sicurezza, lavarsi spesso le mani, evitare assembramenti e uscire il meno possibile sono l'antidoto migliore. Anche perché non ci sono abbastanza mascherine. La priorità è per i medici e per coloro che vengono stabilmente a contatto, per lavoro, con numerose persone.

Tutti i Paesi del mondo stanno cercando, in questo difficile frangente, dispositivi del genere, sul mercato globale, ma è difficilissimo trovarli. Non solo perché la concorrenza è spietata, ma anche perché ci sono purtroppo delinquenti che infestano il mercato, proponendo vere e proprie truffe. La Regione del Veneto, in particolare, aveva contrattato una partita da 550mila dispositivi di questo tipo, ma il tutto si è risolto in un raggiro gigantesco.

Da qui l'idea di lavorare alla creazione di un dispositivo che possa essere distribuito ai cittadini. Non si tratta di un processo semplice e neppure di immediata attuazione, dal momento che si deve conseguire anche una serie di autorizzazioni, prima che un presidio di questo tipo possa essere distribuito. In ogni caso, gli esperti stanno lavorando a questa soluzione.

Nello stesso tempo, continua l'impegno della Regione per trovare nuovi dispositivi per la respirazione meccanica assistita, fondamentali per i pazienti che contraggono il virus in maniera grave. Il tutto nell'ottica di ampliare il numero di posti letto di terapia intensiva, e semintensiva, che dovranno assorbire, appunto, l'impatto dei casi più seri di pazienti contagiati da coronavirus.

Sempre il presidente della Regione Luca Zaia ha annunciato come l'azienda ospedaliera di Padova sia uno dei tre centri che stanno lavorando alla possibilità di utilizzare un nuovo farmaco contro il virus. Su questo fronte, però, si deve essere estremamente cauti e non dare false speranze ai cittadini.

Infine, da parte del direttore generale dell'Ulss, una raccomandazione importante, per quanto concerne l'utilizzo del gel igienizzante per le mani: va usato solamente quando non è possibile lavarsi normalmente le mani con acqua e sapone. In parole povere, quando non si ha a disposizione il lavandino. Altrimenti, il semplice lavaggio, come si è sempre fatto, è assolutamente sufficiente.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette