29/10/2020

CORONAVIRUS

"Ogni individuo è chiamato infatti a sostenere il benessere e la salute di tutti"

L'appello di Francesco Noce, presidente dell'Ordine dei medici

Il presidente Noce: “Il governo ci dia più dottori”

Francesco Noce

ROVIGO - "Cari Cittadini e Cari Colleghi a causa dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del coronavirus, viviamo un periodo delicatissimo della nostra vita e, come sempre accade in circostanze drammatiche e straordinarie, viene messa a dura prova la nostra capacità di essere Comunità". Comincia così l'appello che arriva da Francesco Noce, presidente dell'ordine dei medichi chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Rovigo.

"I comportamenti individuali corretti - prosegue - indicano il rispetto che ognuno di noi ha verso l’altro e, oggi più che mai, questa affermazione dimostra la sua verità: ogni individuo è chiamato infatti a sostenere il benessere e la salute di tutti. Per questo vi invitiamo con forza a seguire le indicazioni che vengono dal Governo, dalla Regione Veneto e dalle Istituzioni sanitarie: non possiamo sottovalutare le nostre responsabilità individuali".

"È indispensabile non uscire di casa se non per svolgere le attività essenziali. Le misure di controllo degli organi di polizia si faranno sempre più stringenti e le violazioni saranno punite non solo con multe ma anche con sanzioni penali.
La nostra attenzione dovrà essere rivolta prioritariamente alle persone più fragili che hanno bisogno di delicatezza, competenze, attenzione, rispetto: il nostro senso civico e il nostro riconoscersi come popolo si giocano oggi sulla nostra capacità di sostenere e offrire cura alla fragilità e alla cronicità".

"Una grande sfida per la nostra Regione e per la Nazione intera. Per sostenerci a vicenda e arrivare a sconfiggere la pandemia, però, dobbiamo anche chiedere che tutte le istituzioni sostengano il lavoro degli operatori socio – sanitari. Sono molti quelli in prima linea, sia in ambito ospedaliero, sia negli ambulatori sul territorio, molti quelli che lavorano senza sosta da settimane in condizioni di particolare stress, molti quelli che hanno subito a loro volta il contagio da coronavirus e ne hanno pagato le conseguenze, anche con la morte".

"I Medici e gli Odontoiatri, allora, riuniti sotto l’egida della Federazione degli Ordini dei Medici del Veneto, chiedono di essere messi nelle condizioni di sicurezza personale attraverso un’adeguata e tempestiva fornitura di Dispositivi di Protezione Individuale: la nostra protezione è la protezione delle persone che curiamo, la nostra sicurezza è la sicurezza di tutti. Tutti i Medici, dipendenti, convenzionati e libero professionisti, stanno dando una concreta dimostrazione di cosa significhi essere Comunità, ma per esprimere al meglio la loro professionalità hanno bisogno del sostegno di tutti. Ai Cittadini, infine, vogliamo dire: noi ci siamo e ci saremo sempre per alleviare le vostre sofferenze, per offrirvi le migliori cure e per fornirvi una corretta informazione".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette