28/03/2020

ROVIGO

Commercianti virtuosi: "ma adesso il Governo ci aiuti"

Parola a Vittorio Ceccato, vicepresidente di Confesercenti dell’area metropolitana di Venezia e Rovigo

ROVIGO - "Una scelta a cui plaudo, un gesto di grande responsabilità da parte di esercenti e commercianti. Anche perché la premessa fondamentale del decreto è quella di rimanere a casa quindi è chiaro che tutto ciò che è shopping e acquisto non finalizzato al bene di prima necessità, all’alimentare piuttosto che ai farmaci va ricondotto sotto quest’ottica. Per questo, secondo me, gli esercizi rodigini hanno deciso spontaneamente, anche andando oltre quelle che sono le prescrizioni del decreto, di chiudere fin da subito” ha raccontato Vittorio Ceccato, vicepresidente di Confesercenti dell’area metropolitana di Venezia e Rovigo.

Recentemente poi Confesercenti ha avviato un sondaggio rivolto a tutti i commercianti, imprenditori e ristoratori rodigini per raccogliere tutte le istanze dei numerosi esercizi del territorio. Si tratta di un breve questionario per capire quali siano gli aiuti più utili a sostegno delle diverse attività in questo momento di emergenza per il contenimento del contagio da coronavirus. Un modo per far sentire la propria voce. “Sì, Confesercenti dell’area metropolitana di Venezia e Rovigo ha indetto questo sondaggio pubblicato ieri (lunedì per chi legge ndr) e che stiamo cercando di far girare il più possibile per prendere in mano le redini della situazione e, successivamente, portare le nostre istanze nelle varie sedi amministrative. Il gesto di grande responsabilità che stiamo facendo noi e che stanno facendo le imprese poi dovrebbe corrispondere ad un altrettanto importante gesto da parte del Governo, della Regione e dell’amministrazione. Il momento è davvero grave e insostenibile”

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette