12/08/2020

CASO PISCINE

"Consiglio a porte chiuse? Giusto così"

La consigliera Elena Biasin interviene sulla vicenda del consiglio a porte chiuse sulle piscine

"Consiglio a porte chiuse? Giusto così"

ROVIGO - "Parte dell’opposizione accusa l’amministrazione del Gaffeo di 'opacità' per la decisione di discutere, in una seduta di consiglio comunale a porte chiuse e con verbali secretati, la proposta di delibera a definizione di tutti i contenziosi collegati alla convenzione del 2006 per la realizzazione e gestione del polo natatorio. Si tratta di una decisione corretta per non rendere pubbliche, solo in questa fase, le motivazioni tecnico giuridiche che rendono necessaria la definizione di posizioni e contenziosi potenzialmente rischiosi per il Comune", così interviene Elena Biasin, capogruppo della Lista Civica Con Edoardo Gaffeo Sindaco.

"Ciò al fine di evitare che soggetti terzi possano trarre vantaggio, di una serie di informazioni e valutazioni dell’avvocatura civica e degli altri consulenti - continua Biasin - Va anche precisato che tanto i consiglieri di maggioranza quanto quelli dell’opposizione hanno già avuto un incontro nel quale è stato già anticipato l’iter che la giunta intendeva percorrere. A una certa parte della minoranza sembra in realtà “ sfuggire” che la decisione di un consiglio comunale a porte chiuse, è il frutto di una scelta corretta dal punto di vista amministrativo ma penalizzante dal punto di vista politico. L’ amministrazione, infatti, avrebbe avuto tutta la convenienza a discutere pubblicamente i problemi del Polo Natatorio anche per far risaltare un serie di decisioni, prese dalle forze politiche che hanno governato negli anni precedenti e che hanno reso sicuramente molto più complessa la soluzione dei problemi".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette