23/09/2020

ADRIA

Il "Bressan" verso l'assegnazione al Bocar Juniors

La società di Tito Franzolin unica a protocollare una proposta: il comune dovrà valutare i requisiti

Il "Bressan" verso l'assegnazione al Bocar Juniors

ADRIA - E’ atteso giovedì il verdetto per la gestione dell’impianto sportivo Bressan di Borgo Dolomiti. Si riunirà la commissione giudicatrice: una sola richiesta pervenuta, quella società del Bocar Juniors, pertanto alla commissione spetta il compito di verificare se ci sono i richiesti necessari. “La gestione del Bressan - si legge in una nota di palazzo Tassoni - è stata messa al bando per i necessari lavori di miglioramento strutturali che consentiranno una miglior fruizione dell’impianto. Interventi come adeguamento degli impianti termoidraulico, idrico e illuminazione, sistemazione del tetto degli uffici causa infiltrazioni di acqua piovana, servizi igienici e rimozione dell’intonaco malsano dalle pareti, lato nord dello stabile, per i quali necessita una somma importante di investimento, dovuti alla mancata manutenzione, almeno decennale, di una struttura attualmente in evidente stato di degrado”.

“E’ datata al 2013 - prosegue la nota - l’ultimo rinnovo della convenzione con la quale la San Vigilio ha gestito l’impianto. Un documento al quale ha fatto seguito la proroga di un anno, deliberata dal comune, per permettere al tecnico comunale di fare un sopralluogo nell’impianto per capire gli interventi strutturali da fare come manutenzione ordinaria e straordinaria. Nel contempo al comune, nel corso degli ultimi due anni, sono arrivate manifestazioni di interesse da parte delle società sportive Bocar Juniors, San Vigilio e Us Adriese per la gestione dell’impianto, le cui modalità di affidamento prevedevano un bando pubblico”. “Nelle scorse settimane - puntualizza il comunicato - le stesse società sportive hanno effettuato i sopralluoghi, con visite tracciate come previsto dal bando. Tutte e tre sono a conoscenza che nei due mesi dall’uscita del bando, potevano produrre la documentazione necessaria per partecipare all’aggiudicazione della gestione dell’impianto sportivo comunale. Nel caso in cui la commissione confermasse i requisiti del Bocar Juniors, società del presidente Tito Livio Franzolin, l’utilizzo del Bressan, per le società del centro di Adria, si ridurrà in automatico a due allenamenti di un’ora alla settimana, per due squadre di bambini dai 5 ai 7 anni e ogni squadra non potrà essere composta da più di 15 bambini”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette