15/08/2020

CASTELNOVO BARIANO

"La Regione intervenga per mettere in sicurezza le strade dell’Alto Polesine"

Il consigliere regionale Graziano Azzalin chiede di finanziare la rotatoria.

“Sistemate la strada per Legnago”

CASTELNOVO BARIANO - “La Regione intervenga per mettere in sicurezza le strade dell’Alto Polesine”. E’ la richiesta del consigliere regionale Graziano Azzalin (Pd), alla luce della cattiva condizione di manutenzione di alcune arterie - anche importanti - nel territorio occidentale della nostra provincia.

“Da troppo tempo - dice infatti Azzalin - l’Alto Poelsine attende la messa in sicurezza della circonvallazione Castelnovo Bariano-Castelmassa. La Regione ha delle competenze precise, che non può negare, e perciò deve intervenire. Anche la provincia di Rovigo, del resto, fa parte del Veneto!”.

Azzalin è tra le altre cose il primo firmatario della mozione con cui si chiede alla giunta Zaia di cofinanziare una rotatoria all’incrocio tra la strada regionale 482 e la strada provinciale 9, che da Castelnovo Bariano va verso Legnago.

“Più volte il sindaco di Castelnovo Bariano - ricorda Azzalin , che negli scorsi mesi aveva anche fatto un sopralluogo ‘sul campo - ha denunciato la pericolosità di questo tratto e fa bene a insistere, poiché non stiamo parlando di un impegno milionario. A dicembre, dopo un sopralluogo, avevamo fatto presente la situazione all’assessore De Berti che però è rimasta sul vago; perciò è giusto portare il tema all’attenzione dell’assemblea legislativa in modo da ottenere un impegno concreto”.

“Stiamo parlando di un’arteria importante che collega tre province, Mantova-Verona-Rovigo - ricorda Azzalin - e diventata sempre più pericolosa col passare degli anni a causa dell’aumento dei mezzi pesanti, vista l’espansione dell’attività industriale nel territorio dei due Comuni, con incidenti anche mortali. Già nel 2010 era stato presentato un progetto di adeguamento e ammodernamento della Sp 9, con due nuove rotatorie alle intersezioni sulla Regionale 6 e la ex Provinciale 58, ma non si è mosso niente. La giunta Zaia faccia la propria parte per finanziare quest’opera: il Polesine è territorio veneto, il presidente se ne ricordi prima di fare la solita passerella elettorale a pochi giorni dal voto”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette