06/04/2020

ROVIGO

Coronavirus, sede Inail di Rovigo chiusa

Francesco Noce, presidente dell'ordine regionale dei medici, si dice "esterrefatto" per la decisione regionale. E scrive a Zaia

Coronavirus, sede Inail di Rovigo chiusa

ROVIGO - "Esterrefatti per la chiusura della sede Inail di Rovigo fino a data da destinarsi". Sono le parole che il presidente della Federazione regionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri del Veneto, Francesco Noce, ha usato per commentare la scelta della direzione regionale dell'Inail Veneto, scrivendo al presidente della Regione, Luca Zaia, ai prefetti e ai colleghi presidenti degli ordini.

"Durante l'incontro di oggi (27 febbraio) tra le professioni sanitarie e la Regione Veneto è pervenuta all'ordine dei medici chirurghi e odontoiatri di Rovigo la comunicazione da parte della direzione territoriale Inail Padova-Rovigo - scrive Noce - con oggetto 'Misure di contenimento della diffusione di infezione Covid-19' che comunica la chiusura all'utenza della sede di Rovigo fino a data da destinarsi su determinazione della direzione regionale Inail Veneto".

"La circostanza della chiusura degli ambulatori Inail, quando tutte le istituzioni e i professionisti della salute sono impegnati nello svolgimento dei loro compiti e a non creare inutili allarmismi, quanto mai dannosi in questo momento - commenta Noce - ci lascia esterrefatti, sia per il disagio agli utenti che afferiscono agli ambulatori Inail per infortuni sul lavoro e non certo per malattie acute respiratorie, sia per il fatto di scaricare sulle altre strutture sanitarie i propri compiti con gravi ripercussioni sull'attività del sistema sanitario regionale. Allo stato ignoriamo se tale disposizione riguardi solo l'Inail di Rovigo o tutte le sedi Inail della Regione Veneto".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette