07/08/2020

CORONAVIRUS

"Se avete i sintomi non andate in Pronto Soccorso, state a casa"

Il consiglio dei medici di base per evitare la diffusione del virus

Il presidente Noce: “Il governo ci dia più dottori”

Francesco Noce

ROVIGO - In prima linea, se non in primissima, con i loro pazienti sono i medici di base, chiamati, in tutta la Regione e anche in Polesine, a fare un primo screening rispetto ai sintomi riscontrati dai cittadini. In queste ore di grande apprensione il presidente dell’ordine dei Medici chirurghi e odontoiatri Francesco Noce è preoccupato: “Purtroppo è accaduto ciò che si temeva - scrive il presidente in una nota - Anche nella nostra Regione si sono sviluppati i primi focolai e contagi del Coronavirus. Gli Ordini dei Medici ed i Medici della Regione Veneto hanno dato da subito la loro disponibilità per l'applicazione delle misure di prevenzione e controllo delle infezioni da Covid -19 ancor prima che si verificassero focolai e contagi nella nostra Regione per evitare l'espandersi di una possibile epidemia”.

Il presidente spiega: “Il Covid-19 è un nuovo ceppo virale non identificato prima nell’uomo e si presenta con un corredo sintomatologico con febbre, raffreddore, mal di gola, tosse e può evolvere in patologie più severe quali polmonite e difficoltà respiratorie. Allo stato attuale non esiste alcun vaccino o terapia specifica per proteggersi dal virus, se non l'isolamento delle persone affette per evitare l'espandersi del contagio”.

Ecco che la federazione dei medici chirurghi e odontoiatri ribadisce a tutta la popolazione le raccomandazioni utili al comportamento in caso della comparsa dei sintomi tipici del Covid-19, come lavarsi spesso le mani, evitare il contatto con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute, tossire all'interno di un gomito o di un fazzoletto possibilmente monouso; non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; non assumere farmaci antivirali o antibiotici se non prescritti dal medico; pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro e alcool; usare una mascherina in caso di infezioni o se si assiste un malato, e in questo caso avere l'accortezza di non avvicinarsi a meno di un metro di distanza; evitare luoghi sovraffollati e soprattutto chiusi; areazione frequente degli ambienti.

“Sempre in questi casi - conclude Noce - raccomandiamo inoltre di evitare il ricorso al pronto Soccorso e sostare negli studi dei Medici; non muoversi dal proprio domicilio e telefonare invece al proprio medico curante che potrebbe dare tutte le indicazioni del caso; è inoltre a disposizione il 118 e per informazioni il numero verde della Regione Veneto 800462340”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette