03/06/2020

CARABINIERI

Gettava scarti tessili sugli argini, beccato 58enne

Un autotrasportatore cavarzerano spesso in Toscana "smaltiva" gli scarti tessili in Veneto

Gettava scarti tessili sugli argini, beccato 58enne

CAVARZERE - E’ un 58enne cavarzerano il responsabile dell’abbandono di una notevole quantità di rifiuti tessili nelle campagne di Bagnoli di Sopra. L’episodio risale alla metà di dicembre: ora i carabinieri della forestale hanno dato un volto al vandalo ambientale. Si tratta di un 58enne cavarzerano, appunto: oltre alla denuncia, ora rischia la confisca definitiva del camion. A metà del dicembre scorso, infatti, una grande quantità di rifiuti tessili era stata scaricata nelle campagne di Bagnoli. Un episodio che lo stesso primo cittadino del Comune padovano definì come “una ferita all’ambiente”. Per la forestale di Monselice, in collaborazione con i colleghi della stazione dei carabinieri di Bagnoli, ha fatto scattare le indagini per dare un volto al responsabile di quello scempio.

Il loro lavoro comunque non è stato semplice, in quanto la verifica della natura e della provenienza dei rifiuti ha svelato il colpevole: gran parte della spazzatura trovata è stata collegata ad imprese tessili dei distretti di Prato e Pistoia, così, sulla base delle dichiarazioni di alcuni testimoni e grazie all’acquisizione delle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza di alcune abitazioni nelle vicinanze del luogo dell’abbandono dei rifiuti, non è stato complicato per i militari rintracciare sia il camion che il colpevole: l’atto illecito è stato compiuto da un 58enne di Cavarzere, titolare di una ditta di autotrasporto, che si spostava spesso per lavoro in Toscana. Alcuni giorni fa gli è stato notificato il provvedimento di sequestro preventivo del camion e del suo rimorchio, che rischiano di essergli definitivamente confiscati.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette