09/08/2020

ULSS 5 POLESANA

"In corsia più infermieri"

L'azienda risponde all'intervento di Guglielmo Brusco sul taglio della pianta organica

Domani medici in sciopero garantite le emergenze

ROVIGO - In riferimento all’articolo apparso sulla stampa locale, che ha riportato le dichiarazioni del signor Guglielmo Brusco relativamente al personale dell’azienda Ulss 5 Polesana, la direzione generale precisa quanto segue: "Il piano triennale di fabbisogno del personale nel triennio 2020/2022 ha aggiornato il precedente piano, sulla scorta di una complessiva analisi dei compiti istituzionali in termini di obiettivi, competenze, attività e professionalità, nonché della consistenza del personale in servizio. Il nuovo assetto ha individuato, sia sotto il profilo qualitativo che quantitativo le risorse umane necessarie ad erogare le prestazioni che l’azienda Ulss 5 Polesana è tenuta ad assicurare ai propri assistiti, indipendentemente dalla tipologia di rapporto di lavoro e da altri istituti utilizzati".

"Tale analisi ha tenuto conto degli strumenti di programmazione regionale, le schede di dotazione delle strutture ospedaliere e delle strutture sanitarie intermedie delle Ulss, nonché degli standard di personale per livello di assistenza, definiti a livello regionale. Tra questi si evidenziano i provvedimenti che definiscono le risorse umane minime, necessarie per realizzare l’attività programmata presso:

- Ospedale di Comunità e unità riabilitative territoriali

- Personale di assistenza del comparto nelle aree di degenza ospedaliera

- Personale dirigente medico in area ospedaliera e personale del pronto soccorso

- Personale delle Medicine Generali e Chirurgie Generali

In relazione a questo contesto, e tenendo conto dei limiti di spesa da rispettare nonché per le costanti e note difficoltà a reperire il personale medico con gli strumenti ordinari di reclutamento -  non  certo per volontà dell’Azienda per la carenza di medici specialisti a livello nazionale - il piano 2020/2022 ha proposto una dotazione  più snella di medici strutturati, ma ha confermato anche per il corrente anno il ricorso a professionisti esterni con contratti di lavoro autonomo e all’esternalizzazione di taluni servizi, per far fronte ai bisogni assistenziali".

"Relativamente alle dotazioni organiche delle due ex aziende Ulss 18 e Ulss 19 e in particolare la dotazione del personale medico, si evidenzia che complessivamente prevedevano 500 posti a fronte di 470 dell’attuale dotazione dell’Ulss 5, ma occorre tener conto che il personale medico in servizio complessivamente al 31.12.2016 presso le due ex aziende era pari a 436 unità a fronte di 423 unità rilevate al 31.12.2019 presso l’Ulss 5, oltre ai 44 liberi professionisti con contratto di lavoro autonomo in essere nel 2019 e che ad oggi sono pari a 52, che operano prevalentemente nelle strutture ospedaliere per supportare le ordinarie attività assistenziali. E’ opportuno evidenziare altresì che l’attuale dotazione, a fronte di una lieve riduzione della dotazione dei medici, prevede un incremento del personale del comparto, in particolare dei profili sanitari e tecnici operanti in assistenza  e precisamente 2109 professionisti rispetto a 1985 professionisti previsti nel PTFP 2019-2021". 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette