22/09/2020

PORTO VIRO

Allarme vongole, la moria non è finita

Mappatura delle lagune di Caleri e Marinetta da parte di un veterinario e un biologo

Allarme vongole, la moria non è finita

PORTO VIRO - Il presidente del Consorzio molluschicoltori veneti, nonché vicepresidente di Rete Po di Levante e assessore portovirese Diego Crivellari, lancia l'allarme: “La moria delle vongole nelle nostre lagune non è ancora finita”. “Purtroppo la situazione è molto grave - continua - se un tempo la moria delle vongole era riconducibile ad eventi climatici eccezionali, come il vento o l’acqua dolce, oggi non è così: questa moria si è verificata per motivi diversi, di cui si stanno ancora cercando le origini”.

Intanto, è in corso un monitoraggio puntuale delle aree in cui vengono coltivate le vongole. E la moria, a quanto pare, è tutt’altro che finita, così come l’emergenza. “Abbiamo bisogno che le istituzioni ci diano il giusto supporto per far fronte a questo grave problema - precisa Crivellari - la moria di vongole, ultimamente, si presenta con una certa frequenza, per cui non dipende solo dagli eventi climatici”. Crivellari, quindi, ringrazia il veterinario che sta lavorando per capire il fenomeno e poterlo così prevenire, oltre al biologo, agli enti locali, alla Regione e al prefetto. “Gli allevamenti danneggiati - spiega ancora - sono nel territorio di Porto Viro e Rosolina”. A Porto Levante, così come a Caleri, la pesca è una delle attività più importanti. Ci lavorano molti pescatori e la produzione ittica genera un indotto economico molto significativo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette