14/04/2021

ROVIGO

"Questo non è amore", polizia tra la gente

La campagna informativa della Polizia di Stato contro la violenza

ROVIGO - Tra la gente, contro la violenza, per spiegare quando non è amore, ma, anzi, è un reato, e un reato odioso. Nella giornata di San Valentino, il personale della polizia di Stato è tornato in piazza Vittorio Emanuele, col camper del corpo, nell’ambito della campagna contro la violenza sulle donne sul tema “Questo non è amore”.

Lo scopo dell’iniziativa, estesa a livello nazionale, è quello di fare emergere nelle donne, ma non solo, la consapevolezza che determinati comportamenti come offese, persecuzioni, molestie, botte, aggressioni, minacce, non possono mai essere giustificate con la frase “fa così perché mi ama troppo”. Si tratta, anzi, di atteggiamenti non solo penalmente rilevanti, ma anche pericolosi, perché possono costituire la spia di una violenza che può degenerare.

La presenza del camper è dovuta alla possibilità, che la polizia vuole fornire, nell’ambito di questa campagna informativa, di raccogliere anche segnalazioni, con la determinata riservatezza, qualora alcune persone volessero parlare di vessazioni che si trovano a dovere subire.

In campo, personale delle Volanti, della squadra mobile e della Divisione di polizia anticrimine, guidato dal primo dirigente Bruno Zito. Al di là di questa iniziativa, meritoria, importante ricordare come l’impegno della polizia contro la violenza sulle donne e la violenza di genere prosegua ogni giorno e come, sempre, i poliziotti siano a disposizione dei cittadini e delle cittadine che vogliano denunciare episodi di questo tipo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette