07/04/2020

CITTA' DELLA SPERANZA

In Polesine raccolti 7mila euro per i piccoli guerrieri

Tantissimi gli eventi organizzati per raccogliere fondi a sostegno della Fondazione “Città della speranza”

Neonato gravissimo dopo il parto in ambulanza: avviate le verifiche

ROVIGO - Grande sensibilità nel Polesine per dare speranza ai bambini: raccolti 7.414 euro. Il mese di dicembre è stato un periodo che ha visto realizzarsi diverse iniziative in provincia per raccogliere fondi a sostegno della Fondazione “Città della speranza” a cui tanti hanno voluto partecipare.

Molti i banchetti organizzati nei Comuni di Crespino, Costa di Rovigo, Adria, Rovigo: in piazza o presso il Centro Commerciale “Il Porto” e l’Aliper di Rovigo  oltre che allo Stadio Battaglini durante il terzo tempo. A chiudere le iniziative la presenza il 6 Gennaio in Piazza Garibaldi a Rovigo grazie alla collaborazione con Asm Set.

La vendita di pandori, panettoni e calendari ed il servizio di confezionamento dei regali natalizi realizzato da un gruppo affiatato di volontari ha riscontrato tra la gente un grande riscontro. Un grande risultato per essere il primo anno in cui i volontari hanno deciso di essere presenti.

La possibilità di donare più di 7.000 euro per regalare vita a bambini in cura presso Clinica oncoematologia pediatrica di Padova e Vicenza che offrono cure specialistiche a bambini di tutta Italia e sostenere la Ricerca Pediatrica è segno della sensibilità di migliaia di polesani.

Il prossimo appuntamento sarà il periodo pasquale dove ci si augura di incontrare nuovamente tanta solidarietà. Nel frattempo si concretizzeranno diversi accordi per siglare nuovi gemellaggi tra i nostri Comuni e la Fondazione “Città per la speranza”.

Un periodo di festività che si è oramai concluso, ma che ha lasciato un segno concreto di speranza grazie alla generosità dei cittadini, piccoli e grandi che hanno guardato a chi ha bisogno di cure e di un sorriso.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette