16/01/2021

MULTE

Soldi per spostare le transenne e rifare le strade

Ecco come il Comune spendere i 2milioni e 430mila euro di proventi delle sanzioni

Soldi per spostare le transenne e rifare le strade

ROVIGO - Il Comune di Rovigo conta di incassare, in multe nel 2020 la bellezza di 2milioni 430mila euro. Circa 200mila euro in più rispetto al bilancio previsionale dello scorso anno.

Nello specifico Palazzo Nodari conta di incassare un milione di euro di “ammende e oblazioni per contravvenzioni in materia di circolazione stradale”, 300mila euro in recupero di insoluti sempre sulle contravvenzioni; un milione e 100mila euro in multe da velox e 30mila euro recuperando gli insoluti delle multe da velox dello scorso anno. Come prevede la normativa, i 2 milioni e 430mila euro potranno essere utilizzati per interventi di sostituzione, di ammodernamento, di potenziamento, di messa a norma e di manutenzione della segnaletica delle strade di proprietà dell’ente. E ancora per il potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche attraverso l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei corpi di polizia municipale. Infine gli introiti delle multe potranno essere usati per il miglioramento della sicurezza stradale. E come li spenderà il Comune di Rovigo? La giunta ha pensato anche questo. Tra le spese più consistenti c’è chiaramente quella dedicata a pagare il noleggio dei velox (153mila 720 euro) e l’immancabile spesa per l’emergenza neve (180mila euro). Ci sono, poi, tra le spese previste, gli ormai classici e immancabili 100mila euro per lo spostamento delle transenne. E poi soldi per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade del centro e delle frazioni per circa 400mila euro. Infine manutenzione del verde lungo le strade per 186mila euro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette

Sono 14 i polesani morti con il covid nelle ultime 48 ore
CORONAVIRUS IN POLESINE

Covid, 14 polesani morti in 48 ore