09/08/2020

ROVIGO

"Contro lo smog lavate le strade"

Sulle questioni dello smog e del blocco del traffico interviene Mattia Maniezzo, capogruppo del movimento 5 stelle in consiglio comunale

"Il sindaco parlava di curriculum, ora sceglie i manager tra i suoi candidati..."

Mattia Maniezzo, consigliere comunale dei 5 Stelle a Rovigo

ROVIGO - Sulle questioni dello smog e del blocco del traffico, a Rovigo, interviene Mattia Maniezzo, capogruppo del movimento 5 stelle in consiglio comunale.

"E’ ormai argomento all’ordine del giorno la pessima qualità dell’aria della nostra città, quindi trattandosi di salute, merita risposte certe ed efficaci da parte della nostra amministrazione.

Rovigo , nel 2019, si è piazzata al decimo posto come Città con la qualità dell’aria peggiore d’Italia, pur non essendo un grosso centro industriale e commerciale a livelli di Milano, Brescia o Padova ma perché?

Sostanzialmente il motivo principale è di origine morfologico, ossia la nostra città oltre ad essere nella pianura padana (zona con l’aria più inquinata d’Italia), si trova in una situazione di depressione sul livello del mare perciò, quei pochi venti che abbiamo, generalmente “spazzano” l’aria più alta rispetto al suolo, evitando così, purtroppo, di ripulire l’aria che respiriamo.

Cosa l’amministrazione dovrebbe fare per migliorare la qualità dell’aria e quindi della salute, analizzando la città di Rovigo nella sua completezza?

Le misure che sta adottando il comune sono non solo ridicole, ma addirittura dannose per il già debole tessuto commerciale del centro cittadino. Sentire le solite nenie sul blocco del traffico e sull’abbassamento dei riscaldamenti è imbarazzante e dimostra quanto, chi dovrebbe gestire questo problema, sia nella migliore delle ipotesi male informato.

Informo la giunta che la dott.ssa Cinzia Perrino (responsabile ist. Inquinamento Atmosferico del CNR) ha presentato uno studio dove dimostra che il blocco dei veicoli, nella migliore delle ipotesi, incide su un 12% del totale dell’inquinamento, davvero marginale, e attenzione…prendendo spunto da città come Roma e Milano dove il traffico è centinaia di volte superiore a quello di Rovigo, quindi, lascio a voi immaginare nella nostra cittadina a che serve bloccare i veicoli. A Roma, il mese scorso, sono stati bloccati tutti i veicoli diesel  (compresi gli euro 6) e la qualità dell’aria non è migliorata.

Ma perché la giunta si ostina a voler bloccare il traffico? Io personalmente credo che sia perché non hanno soluzioni a medio e lungo termine e poi perché e più facile bloccare i veicoli che elaborare un piano che possa migliorare la vivibilità della città, anche se così facendo si batte sul nervo scoperto del commercio cittadino.

Consiglio vivamente, anziché bloccare il traffico, di lavare le strade. Questo è un metodo veloce ed efficace per ridurre l’inquinamento, senza danneggiare il tessuto produttivo della città. Vi siete mai chiesti perché quando piove l’inquinamento cala? Ci sono centinaia di città italiane ed europee che utilizzano questo metodo. I costi sono ridicoli ed i benefici enormi, perché l’inquinamento dei veicoli non proviene solo dalla marmitta, ma soprattutto dall’usura dei freni, dal consumo degli pneumatici e dell’asfalto.

Consiglio inoltre all’amministrazione, sempre che ponga in essere politiche per il medio\lungo termine con una visione di sviluppo e miglioramento della città tutta, uno studio fatto dall’istituto di Biometereologia (Ibimet) di Bologna, guidato dalla dott.ssa Rita Baraldi, ove indica le piante migliori per assorbire le sostanze tossiche presenti nell’aria (co2 benzene monossido ecc).

Ci sono inoltre altri modi per eliminare l’inquinamento, ma questi necessitano di un ripensamento totale della città per i quali saremo ben disposti a dialogare, qualora ci fosse la volontà, con l’amministrazione.

Se la giunta capisse che il blocco del traffico non solo è inutile ma addirittura dannoso, e partisse da questi due semplici consigli (che tra l’altro potrebbero essere finanziati da svariati bandi), renderebbe Rovigo una città migliore in breve tempo.

Insisto sulla piantumazione perché, vista la nostra geografia, è l’unico modo per rendere l’aria della nostra città pulita, lo dobbiamo ai nostri figli ed ai nostri nipoti."

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette